5 consigli per continuare il bike to work anche con il caldo

5 consigli per continuare il bike to work anche con il caldo

684
0
Condividi

L’estate è piombata a piè pari sul Belpaese. Neanche il tempo di accorgersi che l’inverno era finito ed ecco che la bella stagione ha già stretto nella morsa del caldo (e dell’afa) tutto lo Stivale. Ma con queste temperature come è possibile pedalare senza sudare troppo? Succede che molti commuter sono costretti ad appendere la bici al chiodo perché la battaglia contro l’afa è una battaglia persa e quelli che arrivano in ufficio sudati non sempre hanno a disposizione una doccia o un locale adeguato per cambiarsi. Se pensate però che il bike to work sia un’usanza da evitare durante l’estate, se pensate che sia impossibile pedalare (soprattutto in città) senza bagnarsi di sudore, vi sbagliate. Ecco cinque consigli per non lasciare in cantina i vostri mezzi a due ruote anche nei periodi più bollenti dell’anno.

Prima regola, abbigliamento leggero.
Prima regola, abbigliamento leggero.

VESTIRE LEGGERO - “Non esiste un buon o cattivo tempo. Esiste un buon o cattivo equipaggiamento”. Un tormentone per i cicloturisti, valido soprattutto quando si affrontano viaggi in zone fredde del pianeta, magari piovose. Questo mantra però è un evergreen e vale anche per chi deve fare pochi chilometri d’estate, magari in città, in agosto: scegliete capi di abbigliamento che siano pratici, traspiranti, utilizzate un equipaggiamento tecnico o il più possibile leggero che vi permetta di non sciogliervi al sole. Nei limiti del possibile, se vi spostate da casa verso l’ufficio, non partite con la giacca e la cravatta o la gonna elegante, ma cambiatevi sul posto di lavoro.

In estate niente zaino sulle spalle.
In estate niente zaino sulle spalle.

ADDIO ZAINO - A proposito di equipaggiamento, d’estate lo zaino è bandito. No, non si tratta di un diktat legato a canoni estetici. Prediligete le borse, a tracolla o meglio ancora quelle “da viaggio” da agganciare al portapacchi della vostra bici. Avrete le spalle e la schiena liberi di respirare ed eviterete di arrivare a destinazione con la camicia o la maglietta con il classico alone di chi ha indossato lo zaino, anche solo per pochi minuti. Anche gli accessori più tecnici e traspiranti non hanno paragone con le borse che vi liberano di un peso.

Per arrivare al lavoro meglio sfruttare le ore del mattino più fresche.
Per arrivare al lavoro meglio sfruttare le ore del mattino più fresche.

BUON MATTINO - Inutile dire che occorre pianificare i propri spostamenti. Che vogliate pedalare per tenervi in forma, che stiate affrontando un viaggio o semplicemente che vi stiate muovendo in città per andare al lavoro o per qualche commissione, non mettetevi in sella nelle ore più calde. Molti commuter nel periodo estivo anticipano, qualora possibile, l’orario di ingresso sul posto di lavoro. Al mattino presto la canicola e l’afa non hanno ancora fatto sentire la loro presa.

Con il caldo, non solo in bici, consumare tanta frutta e verdura.

MANGIARE BENE - Idratarsi, tanto. Ma anche mangiare bene, cioè in modo corretto, può aiutare a non sentire troppa fatica quando si pedala con il caldo e può servire persino a prevenire una eccessiva sudorazione: mettersi in sella dopo aver ingerito cibi pesanti e grassi, è fortemente sconsigliato. Al contrario un’alimentazione ricca di frutta e verdura (tra tutti melone e spinaci) è in grado di controbilanciare le perdite idriche e saline ma anche di evitare di bagnare la camicia o la maglietta dopo appena pochi colpi di pedale.

Attenzione agli sbalzi di temperatura.
Attenzione agli sbalzi di temperatura.

ACCLIMATARSI - Se in casa, o sul posto di lavoro, tenete l’aria condizionata al massimo, sicuramente una volta che sarete all’aria aperta soffrirete maggiormente e la sensazione di calore sembrerà anche più forte. Per questo conviene, in caso di uscita in bicicletta, acclimatarsi in modo progressivo: gli sbalzi di temperatura, oltre a non fare bene all’organismo, sono tra i principali motivi di una sudorazione elevata. Uscendo dall’ufficio, per esempio, camminate per un paio di minuti prima di buttarvi sui pedali per imboccare la via di casa.