Home viaggio diari 5 mete fly&bike per un weekend d’autunno

5 mete fly&bike per un weekend d’autunno

673
© Paul Hansa per BC

Weekend autunnale fuoriporta? Sì, purché sia a pedali. Nella stagione in cui i colori si accendono come il fuoco, ci sono destinazioni che diventano ancora più magiche. E che possono diventare meta di un fine settimana in modalità “fly&bike”: città d’Europa che si raggiungono in poco più di un’ora di aereo e che offrono percorsi cicloturistici che proprio in autunno paiono ancora più belli. Ecco i nostri 5 consigli per i vostri weekend in bicicletta nel Vecchio Continente.

La Corsica è sempre una meta ideale per un cicloturismo autunnale

CORSICA – La Corsica è la destinazione perfetta per chi vuole sentirsi ancora in vacanza, per chi non vuole lasciare spazio all’inverno e al freddo (per tutto ottobre le temperature passano da una minima di circa 12 grandi centigradi a una massima che può raggiungere e superare ancora i 25) e vuole assaporare ancora per qualche giorno il profumo del mare e della natura selvaggia e incontaminata. I biglietti aerei per l’isola del Mediterraneo costano, ma se ci si muove con leggero anticipo si risparmia; altrimenti resta sempre valida l’opzione traghetto. Si può girare la Corsica in bici in lungo e in largo, ma se si hanno a disposizione pochi giorni conviene stazionare in una città, magari Bastia, e giornalmente mettere in programma un’escursione di qualche ora.

La ciclopista del Danubio connette Vienna e Bratislava in 70 km.

VIENNA – Potremmo proporvi di scoprire in autunno la ciclabile più famosa di tutta Europa, quella che va da Passau a Vienna, per osservare il Danubio che scorre languido mentre boschi, foreste e frutteti cambiano pelle e colore. Invece vi consigliamo di prendere “due piccioni con una fava” e partire dalla capitale austriaca per raggiungere Bratislava: entrambe le città sono poste sempre sulla ciclabile che costeggia il fiume e distano appena 70 chilometri. In un long weekend di 4 giorni è quindi possibile vedere due mete del Centro Europa sui pedali. Volate su Vienna e noleggiate le bici in loco; ci sono anche tour operator locali che portano i vostri bagagli da un hotel all’altro.

In pochi anni Valencia si è conquistata la fama di città ciclabile per eccellenza

SPAGNA – Secondo molti l’autunno è il momento migliore per visitare la Spagna: il caldo estivo ha mollato la sua presa sul Paese e i turisti non la affollano come nei mesi di luglio e agosto. Lungo la costa mediterranea spagnola corre l’itinerario Eurovelo 8 che parte dalla stretto di Gibilterra e attraversa tutto il litorale, fino a giungere alle porte della Francia, e attraversa alcune delle città più belle e turisticamente più interessanti di tutta la nazione. Potete prenotare il vostro volo su Barcellona, oppure Valencia, o ancora Malaga; e quindi potete decidere o di pedalare nei dintorni di queste mete, oppure di spostarvi da una all’altra. Se fate tappa a Valencia, per esempio, potete spostarvi verso Alicante, che porta ancora i segni del suo lontano passato, e quindi tornare indietro. Se decidete invece di stanziare a Barcellona, allora salite in sella e andate a vedere i colori della Catalogna in autunno.

Il Museo delle arti e dei mestieri è una tappa da non perdere a Zagabria

ZAGABRIA – La Croazia non è solo una destinazione di mare, è una terra di cultura, di storia e di forti tradizioni. E una delle città zagabresi che in questo momento dell’anno sprigiona tutta la sua bellezza è Zagabria, attraversata da numerosi percorsi ciclabili che corrono lungo tutta la contea. L’interconnessione di tutti i tragitti in un’unica rete attrae ogni anno un gran numero di ciclisti che hanno l’opportunità di scoprire le bellezze naturali, il patrimonio culturale e le specialità gastronomiche dei verdi dintorni della capitale. Tra una visita e l’altra delle numerose attrazioni della Città Alta e di quella Bassa, “mettete il naso” al Mercato di Dolac, che dagli anni trenta è il cuore del commercio della città: qui i contadini delle compagne portano tutti i loro prodotti e in autunno è un tripudio di colori e profumi.

La ciclopista del fiume Elba nei dintorni di Magseburgo.

MAGDEBURGO – Se non temete il freddo e amate le città della Mittel Europa, ma cercate qualcosa di nuovo, quel che potrebbe fare al caso vostro è Magdeburgo. La città tedesca si trova sul percorso ciclabile del fiume Elba, che solca la Germania e la Repubblica Ceca, e offre tutto quello che cercate se volete immergervi nella storia e nella cultura locale: castelli, fortificazioni, cattedrali fanno della capitale della Sassonia un vero gioiellino, “segnato” principalmente dal patrimonio storico-artistico lasciato ai posteri da Ottone I, primo imperatore del Sacro Romano Impero. Gli appassionati di architettura potranno ammirare da vicino uno dei progetti meglio riusciti dell’architetto austriaco Hundertwasser, la Cittadella Verde che spicca nel cuore del centro storico.