Home città Ad Alba intermodalità a flusso libero: ecco l’alleanza tra bike sharing e...

Ad Alba intermodalità a flusso libero: ecco l’alleanza tra bike sharing e trasporto pubblico

152
Foto di gruppo dei promotori del progetto Bus2Bike di Alba.

Nasce ad Alba un sistema integrato che unisce il trasporto pubblico locale con la nuova frontiera del free floating, le biciclette condivise a flusso libero. Grazie all’accordo tra la società Bus Company, il comune “capoluogo” delle Langhe e l’applicazione EazyMov è pronto a partire il progetto Bus2Bike, che metterà a disposizione di albesi e turisti fino a 320 e-bike.

L’idea dell’iniziativa a sostegno dell’intermodalità bici+bus, in un comune turistico che supera appena i 30mila abitanti, è quella di avvantaggiare proprio gli spostamenti sostenibili. Tramite l’app EazyMov sarà possibile infatti scovare la bici condivisa più vicina. Ma qual è l’aggancio con il trasporto pubblico?

Agli abbonati del trasporto pubblico di Alba, il progetto Bus2Bike riserva un tariffario che garantisce i primi 15 minuti di pedalata gratuiti. Condizione che fino a domenica 10 giugno sarà estesa a tutti per i primi giorni del servizio. Le biciclette verranno posizionate in punti strategici del comune, dove Bus Company muove 12 mezzi del trasporto pubblico.

Da città pilota di questo progetto – anche Milano sta testando l’ebike sharing – Alba potrebbe spingere anche altre città della provincia di Cuneo ad adottare Bus2Bike. «Per il buon esito dell’iniziativa – hanno dichiarato il sindaco Maurizio Marello e l’assessore ai Trasporti e alla Mobilità Rosanna Martini – chiediamo la preziosa collaborazione ed il senso civico dei cittadini nell’utilizzo di questo nuovo mezzo collegato con i mezzi pubblici».