Bici e lavoro: a Inverigo, con In-Bike, il reinserimento passa per una...

Bici e lavoro: a Inverigo, con In-Bike, il reinserimento passa per una ciclostazione

86
0
Condividi

A Inverigo, provincia di Como, nasce una ciclostazione: è al servizio di un progetto, In-Bike, che vuole reinserire ragazzi fuori dal mondo del lavoro come addetti alla riparazione e alla manutenzione di biciclette e e-bike. Il motore è l’associazione In-Presa, il 24 marzo la ciclostazione è stata inaugurata (è in via degli Alpini 4, nei locali concessi dal Parco Regionale Valle del Lambro, che collabora al progetto).

Il progetto In-Bike è realizzato con il sostegno di Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi e la Fondazione Allianz Umana Mente. Ha il duplice obiettivo di dare ad alcuni giovani la possibilità di scoprire i propri talenti e, al tempo stesso, di rispondere ad una domanda concreta da parte del mercato del lavoro. Molte aziende sul territorio sono infatti preoccupate perché gli addetti alla riparazione con grande esperienza si stanno avvicinando alla pensione lasciando un vuoto non facile da colmare e servono competenze nuove, specifiche sulla riparazione delle biciclette tradizionali ed e-bike.

In-Presa (qui un link per conoscerne scopi e attività) ha accolto questo appello e, dopo una fase sperimentale con un progetto pilota, a dicembre ha attivato un modulo formativo per 10 ragazzi che, oltre alla formazione in officina, verranno introdotti nelle aziende per fare esperienza di stage annuali a completamento del loro percorso. L’obiettivo, dopo avere completato la formazione, è quello di aprire una vera e propria ciclo officina che possa servire al bisogno del territorio.

Al taglio del nastro l’AD di In-Presa Davide Bartesaghi ha dichiarato: “Quello che ci sta principalmente a cuore è trovare strade adeguate ai nostri ragazzi, ai loro bisogni, all’esigenza di trovare il proprio posto nel mondo. Il laboratorio di riparazione di biciclette risponde a questo desiderio”.