Home città Bike sharing tra privati in tutta Europa: la scommessa di Listnride

Bike sharing tra privati in tutta Europa: la scommessa di Listnride

158
Il portale online di Listnride.

Dopo il bike sharing e il free floating arriva il servizio che permette agli iscritti di mettere in condivisione la propria bicicletta a pagamento. Si chiama Listnride l’ultima frontiera del noleggio bike friendly, un sito (disponibile anche in italiano) dove chiunque può registrare la propria due ruote e chiunque può richiederla all’occorrenza per un viaggio di lavoro o una gita.

Diffusa in paesi europei come Germania e Austria, il bike sharing Listnride sta muovendo i primi passi anche in Italia con alcuni noleggi già disponibili a Milano. Dal sito ufficiale il noleggiatore inserisce la foto della bicicletta, specificando le caratteristiche del mezzo e soprattutto il prezzo. Come su ogni piattaforma online analoga, è possibile rifiutare una domanda di noleggio.

In caso di danni o furto della bicicletta noleggiata, il sito di Listnride garantisce un’assicurazione fino a 5mila euro oltre alla possibilità preventiva di noleggiare agli utenti più affidabili grazie a un sistema di feedback che premia i ciclisti più responsabili della bici altrui. Ma non ci sono soltanto i privati: Listnride apre anche ai negozi di biciclette consentendo il noleggio dei propri prodotti. Una possibilità in più per “ingolosire” potenziali clienti in un paese dove la mobilità ciclistica condivisa piace sempre di più.