Bike to work: il Comune di Modena incentiva i percorsi casa-lavoro

Bike to work: il Comune di Modena incentiva i percorsi casa-lavoro

286
0
Condividi

Promuovere la mobilità urbana ciclabile non soltanto con nuove strutture, ma sostenendo concretamente gli spostamenti casa lavoro. Il progetto Bike to work, lanciato in occasione della Settimana europea della mobilità dal Comune di Modena prevede un investimento complessivo di oltre tre milioni nell’arco di due anni, ed è stato premiato con un finanziamento di 600mila euro dal Ministero dell’Ambiente nel quadro del bando “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro”.

Un primo campione di 500 modenesi verrà incentivato economicamente, a partire dal 2018, all’utilizzo della bici per recarsi al lavoro: calcolato su base chilometrica potrà essere integrato dalle aziende che decidono di aderire all’iniziativa.

Il progetto, in collaborazione con Euromobility, Arpae Modena, Ausl Modena, Fiab Modena, Wecity Srl, Seta Spa, Università Federico II di Napoli, Aess, Rete Città Sane e l’adesione dell’Agenzia della Mobilità di Modena, prevede anche un monitoraggio costante delle emissioni di Co2 risparmiate e i conseguenti vantaggi che ne derivano per la tutela dell’ambiente e della salute.

Le altre azioni in programma riguardano l’acquisto di ulteriori depositi protetti per le biciclette, agevolazioni tariffarie per l’utilizzo del mezzo pubblico urbano ed extraurbano negli spostamenti casa-lavoro, incentivi economici per l’acquisto di biciclette pieghevoli.