Home città Cicloturismo: dal governo 361 milioni per il sistema nazionale delle ciclovie

Cicloturismo: dal governo 361 milioni per il sistema nazionale delle ciclovie

506

Un elemento – positivo – di continuità con la precedente legislatura arriva dal “Governo del cambiamento”: il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli ha confermato ieri, 17 luglio, lo stanziamento di 361 milioni di euro al servizio del nascente Sistema nazionale delle ciclovie turistiche, definito in una nota del ministero come “un’infrastruttura che promuove la mobilità dolce e crea una ulteriore attrattiva legata alle due ruote a pedali e al turismo sostenibile”.

In sostanza lo schema di decreto predisposto individua i criteri di ripartizione delle risorse stanziate nel 2015 e nel 2016, disciplinando la progettazione e la realizzazione delle opere.

Il Ministero – precisa la nota – attende l’invio da parte delle Regioni degli studi di fattibilità relativi alle ciclovie interessate, e definisce opportunamente il provvedimento come “un importante investimento per il destino economico di tante aree del Paese”, realizzato puntando su “opere in perfetta simbiosi con il territorio” e su “una forma di fruizione turistica che porterà certamente posti di lavoro e opportunità economiche per i territori attraversati dalle ciclovie”.

Intanto arrivano segnali di una concreta attenzione del M5s anche ai temi della sicurezza e della ciclabilità urbana, con un momento di lavoro e confronto messo in campo lunedì prossimo a Montecitorio. Il convegno “Sicuri in città – Interventi per una mobilità a misura di persona” raccoglie attorno a un tavolo, con il vicepresidente della Commissione Trasporti Diego De Lorenzis a tirare le fila, tecnici ed esperti di ciclabilità urbana. Si confronteranno sui temi della sicurezza stradale e della vivibilità delle nostre città. A portare la voce di Fiab sarà il vicepresidente Alessandro Tursi, di recente nominato anche alla vicepresidenza della ECF, European Cyclists’ Federation.