Cicloturismo in Salento: con Girolibero, anticipando la primavera

Cicloturismo in Salento: con Girolibero, anticipando la primavera

319
0
Condividi
La costa adriatica del Salento © Girolibero

Nel pieno d’inverno vale la pena già pensare ai primi biciviaggi dell’anno che verrà: la primavera anticipa i suoi tepori in Salento, tacco d’Italia proteso tra le due coste dell’Adriatico e dello Ionio. Già in marzo porta a pedalare in quelle terre, al primo risveglio della natura, Girolibero: ogni giorno è buono, dal 28 febbraio al 24 giugno, per partire seguendo la proposta di viaggio Le Masserie del Salento: formula di vacanza individuale, con logistica e materiale informativo forniti dal tour operator, che assiste a distanza occupandosi anche del trasporto bagagli.

Quattro giorni sui pedali, percorsi compresi tra 45 e 60 km al giorno. Tappa d’obbligo a Lecce, di cui si scoprono pedalando palazzi e monumenti nella tipica pietra bianca; poi seguono la ricognizione nella Grecia Salentina, tra gli ulivi; la scoperta della via dei Megaliti, nell’entroterra di Otranto; l’affascinante tratto costiero sull’Adriatico che collega Otranto a Castro, il borgo arroccato sul mare dove secondo la leggenda approdò Enea.

L’ospitalità – come promette già nel titolo la proposta di viaggio – è quella accogliente del territorio, in agriturismi tipici e masserie ristrutturate ad uso turistico.

Su questa pagina del sito di Girolibero i prezzi e tutti i dettagli del programma.