Città a zero emissioni: Oxford vuole essere la prima al mondo

Città a zero emissioni: Oxford vuole essere la prima al mondo

120
0
Condividi

Una città che ambisce a chiudere il centro ai veicoli diesel e più inquinanti: a Oxford, in Gran Bretagna, l’amministrazione ha fissato entro il 2035 l’obiettivo di diventare la prima area urbana a zero emissioni al mondo. Intervento che nella prima fase coinvolgerà soltanto il centro storico – meno di un chilometro quadrato – allargandosi infine a tutta l’area urbana.

Partendo da quel 22% di ciclisti abituali che pedalano tre o più volte la settimana, Oxford vuole d’altra parte ridurre un’altra percentuale. Parliamo di quel 75% – citato dalla stampa – dell’inquinamento complessivo che nella città britannica viene prodotto dal traffico automobilistico. Traffico composto, ad esempio, da quei veicoli diesel a cui sarà vietato l’ingresso nell’area a zero emissioni.

Misure in contrasto ai veicoli più inquinanti e a sostegno della mobilità attiva che Oxford ha già messo in campo nel 2014, quando ha imposto limiti all’ingresso dei mezzi più inquinanti in città. Di pari passo, la città ha aggiornato la flotta dei mezzi pubblici sostituendo i più vecchi con degli ibridi, ottenendo la riduzione di un terzo dell’inquinamento nel giro di un decennio. Per quel che riguarda l’estensione delle ciclabili parla da solo un sondaggio condotto qualche anno fa da YouGov.