Home città “Via gli scooter dalle ciclabili”. Amsterdam guida il cambiamento in Olanda

“Via gli scooter dalle ciclabili”. Amsterdam guida il cambiamento in Olanda

756

È Amsterdam la prima città olandese a bandire gli scooter dalle ciclabili cittadine. Una decisione simile, in un paese dove i mezzi come i moped superano il milione di unità, potranno essere prese da tutte le città sulla base di una legge approvata poche settimane fa che lascerebbe le piste a uso soltanto di bici tradizionali ed elettriche.

Il bando degli scooter come i moped – che non superano i 25 km/h – dalle ciclabili di Amsterdam, dove ad usarli ogni giorno per gli spostamenti sono in 60mila, anticipa di pochi mesi – forse già in primavera – l’obbligo del casco a livello nazionale per chi guida questi mezzi a motore. Misura di sicurezza che, associata al bando delle due ruote a motore, garantirebbe 260 incidenti in meno all’anno secondo il Dutch Institute for Road Safety Research.

Ad Amsterdam, oltre al divieto di circolare sulle piste, gli scooter fabbricati prima del 2011 non potranno più transitare all’interno della low emission zone. Pericolosi sulle ciclabili dunque, ma anche “fastidiosi” secondo il 56% degli cittadini dei quattro principali centri olandesi – Rotterdam, Utrecht, L’Aia e la capitale – che così si erano già espressi in un sondaggio del 2015.

Hanno spinto per il bando degli scooter dalle ciclabili, già in atto ad Amsterdam, proprio i cittadini abituati a spostarsi in bicicletta. Nella capitale olandese, ogni anno, sono quasi mille gli incidenti stradali gravi. Motivo per cui è necessario render più sicure le già invidiabili ciclabili olandesi.