Home mobilità città 85 milioni di euro: Groningen, Olanda, finanzia così la mobilità dolce

85 milioni di euro: Groningen, Olanda, finanzia così la mobilità dolce

954
Ai piedi della Martinikerk in tanti pedalano per le strade di Groningen.

L’investimento a sei zeri della città olandese di Groningen sulla mobilità sostenibile riguarda davvero ciascuno dei suoi 200mila abitanti: a testa, uomini, donne e bambini indistintamente, è come se tutti ricevessero 85 euro l’anno che l’amministrazione spenderà nei prossimi cinque.

Da qui ai prossimi cinque anni la città olandese di Groningen, già agli onori della cronaca per il clamoroso dato del 60% di modal share agli spostamenti in bici (superiore anche a quello di grandi città olandesi come Utrecht e Amsterdam), investirà infatti nella mobilità dolce la somma complessiva di 85 milioni euro, una cifra raggiunta grazie all’intesa e al portafoglio del comune, della regione e dello Stato. Anno dopo anno, i fondi verranno spalmati per snellire il traffico e fornire infrastrutture a chi pedala. Come i 5mila parcheggi bici in cantiere e la manutenzione delle strade soprattutto nei mesi invernali, quando nevica e le ciclabili devono essere pulite spesso.

Nel piano di investimento quinquennale da 85 milioni di euro Groningen ha poi previsto la realizzazione di nuove ciclabili sul tessuto urbano. E anche sotto. Forse sulla falsariga di quanto annunciato di recente a Londra, dove si è parlato di una riconversione bike friendly dei tratti in disuso della metropolitana, anche la città olandese ha in mente la realizzazione di un tunnel sotterraneo che sveltisca gli spostamenti e magari faccia ancor più apprezzare quest’angolo di Olanda agli automobilisti.

Perché la scelta di investire cifre a più zeri sulla mobilità ciclabile guarda anche alla vivibilità di una città come Groningen. Dove le stime parlano di una popolazione in crescita: oggi quasi 200mila, tra cinque anni 215mila, con previsioni che presto aumentino anche i pendolari. A loro guarda soprattutto il comune olandese che lo scorso anno ha annunciato una cycling strategy 2015-2025.