Home mobilità ambiente Accordo sul clima olandese, 75 milioni di euro ai parcheggi per biciclette

Accordo sul clima olandese, 75 milioni di euro ai parcheggi per biciclette

1257
Accordo sul clima olandese, parcheggi bici
La stazione ferroviaria di Amsterdam: in Olanda sono stati stanziati 75 milioni per nuovi parcheggi bici.

Nel nuovo accordo sul clima olandese vengono destinati 75 milioni ai parcheggi per biciclette. Una decisione importante che mette la mobilità ciclabile al centro delle politiche del governo sulla lotta ai cambiamenti climatici.

L’accordo sul clima è stato presenentato dall’esecutivo olandese a fine giugno per far fronte all’emergenza climatica che sta investendo l’Europa occidentale, colpita da un’ondata di caldo torrido nell’ultima settimana. Nei Paesi Bassi, le temperature hanno raggiunto i 40,7 ° C, la temperatura più alta mai registrata nel paese.

L’obiettivo specifico previsto dall’accordo è la drastica riduzione delle emissioni di CO2 del 49% (rispetto ai livelli di emissione del 1990) entro il 2030. I Paesi Bassi stanno facendo pressione all’interno dell’UE per ottenere una riduzione del 55% dei livelli di CO2 entro il 2030, anzichè del 40%, e sostenere un’economia a zero emissioni entro il 2050.

Accordo sul clima olandese: le misure per la bici

Sono in sostanza cinque le misure adottate per agire ed abbattere le emissioni sul settore dei trasporti. In primo luogo c’è la questione dei 75 milioni di euro destinati ai parcheggi per bici negli hub della mobilità e dei trasporti pubblici. Il provvedimento è adottato sulla base del concetto di modalità intermodale, ossia l’ultilizzo combinato di più mezzi di trasporto: infatti, nelle grandi città, la maggior parte degli utenti dei treni arriva alla stazione in bicicletta.

In secondo luogo, l’Aia includerà la bicicletta come parte integrante delle questioni di mobilità. Ciò farà poca differenza a breve termine, ma al più tardi dal 2030, quando inizia il fondo di mobilità, la bicicletta non dipenderà più dai bilanci accessori.

L’accordo sul clima presta molta attenzione a stimolare la consegna di merci con le biciclette da trasporto al posto dei furgoni, nel contesto della logistica urbana a emissioni zero. È quindi importante, secondo l’esecutivo olandese, che le città sviluppino percorsi in cui queste biciclette da carico possano viaggiare rapidamente e senza pericolo per se stesse e gli altri.

La quarta questione concerne il bike to work: pertanto è previsto che undici grandi aziende di biciclette lavoreranno perchè i loro dipendenti si rechino al lavoro in due ruote. In totale, sono previsti otto miliardi di chilometri da coprire con bici e mezzi ecologici anzichè in auto.

Infine, il piano prevede la realizzazine di progetti infrastrutturali su larga scala nei prossimi anni.

Accordo sul clima olandese: le reazioni di Fietsersbond

L’associazione ciclistica olandese e membro ECF Fietsersbond è soddisfatta dei risultati dell’accordo sul clima: “Abbiamo sostenuto la promozione della bicicletta come collegamento indispensabile nel nostro sistema di mobilità. E quello è successo. Con il risultato più tangibile di 75 milioni di euro per il parcheggio di biciclette negli hub dei trasporti pubblici. ”

Fietsersbond è inoltre felice del riconoscimento che la bicicletta diventerà una parte a pieno titolo del sistema di mobilità olandese.

Sul podio delle città bike friendly in Europa ci sono ben due città olandesi, secondo il Copenhagenize Index: Amsterdam al secondo posto e Utrecht al terzo.