Home città Bike to university: in Portogallo oltre 3000 bici in uso gratuito agli...

Bike to university: in Portogallo oltre 3000 bici in uso gratuito agli studenti

283

Il Portogallo investe sugli universitari in bicicletta. Ha preso forma l’U-Bike, un piano di prestito a lungo termine di oltre 3mila due ruote agli studenti sfornato dal Ministero dell’Ambiente e finanziato dal governo con 6,4 milioni di euro. Coinvolte 17 università in tutto il paese per una platea di giovani che può dare la spinta giusta: da qui al 2020, scommettono dal governo, i viaggi in bicicletta, oggi sotto l’1%, devono crescere al 5%.

L’investimento bike friendly del governo portoghese per noleggi a lungo termine di biciclette mette a disposizione gratuitamente degli universitari un totale di 3314 biciclette (2146 a pedalata assistita e 1168 tradizionali). Un piano, l’U-Bike, a cui possono accedere anche gli studenti Erasmus diretti in Portogallo: secondo i dati Uniplaces, la capitale Lisbona è infatti la loro terza meta preferita per via del costo della vita più conveniente: 36 euro mensile il costo medio di un abbonamento per il trasporto pubblico. Aggiungici poi la bici in prestito dal governo…

A condurre la politica portoghese sulla strada di un lungo prestito di biciclette che abitui gli universitari alla mobilità dolce, resta in cima alla lista la riduzione dei gas serra, prodotti per il 70% dal traffico automobilistico nelle città. Come rimedio del governo, previsto nell’U-Bike, ecco quindi i posteggi biciclette annessi alle università aderenti che col tempo verranno realizzati grazie ai finanziamenti.

L’investimento in biciclette da consegnare in prestito agli studenti segue la strategia del “law carbon campus”, una linea seguita anche da alcuni atenei italiani. E a questi guarda il governo di Lisbona in un paese posizionatosi nell’Eurobarometro 2014 al penultimo posto (insieme a Cipro, appena sopra Malta) per utilizzo giornaliero della bicicletta.