Home storie persone Bruxelles, il mecenate delle ciclabili. Donati oltre 4 milioni dal 2018

Bruxelles, il mecenate delle ciclabili. Donati oltre 4 milioni dal 2018

399
Bruxelles street art
Street art a Bruxelles: La Chatte à bicyclette, enigmatica come l'anonimo filantropo della ciclabilità

Non ci sono soltanto gli impegni delle amministrazioni e, in generale, di un paese dove la mobilità ciclistica è uno degli asset su cui si continua a investire. Bruxelles è una delle città ciclabili più interessanti d’Europa anche per merito di un misterioso mecenate che, dal 2018 a oggi, ha donato la bellezza di oltre 4 milioni di euro gestiti dalla Fondazione King Baudouin che destina tranche di investimenti su progetti nella Regione di Bruxelles-Capitale. La notizia di un filantropo misterioso è stata ripresa dalla stampa, dove ovviamente non ritroviamo molte informazioni sul suo merito.

L’addetta stampa della Fondazione ha spiegato che il mecenate delle ciclabili ha richiesto discrezione e ha tenuto a precisare che, a suo modo di vedere, è più importante la causa rispetto alla propria identità. Da anni Bruxelles è una delle capitali europee dove il dibattito sulle piste è più maturo: nel pieno della prima ondata del coronavirus su BC vi abbiamo parlato del progetto dei piccoli anelli ciclabili, pensati per rendere gli spostamenti in città sempre più sostenibili.

I milioni di euro devoluti per la causa bike friendly alla capitale belga vengono raccolti all’interno del Fondo Bikes in Brussel e una giuria preposta si occupa della gestione di queste risorse, da destinare ai progetti più meritevoli. Di recente ne sono stati annunciati otto, a cui andranno rispettivamente 100mila euro per la realizzazione. Ad esempio citiamo il caso di Roof, dall’inglese tetto, nato per proporre un vero e proprio sharing dei parcheggi bici: chi ha un garage o uno spazio da mettere a disposizione può offrirlo ai ciclisti che necessitano di un posto sicuro dove assicurare il proprio mezzo. I proponenti pensano di riuscire a riservare 500 posti bici nuovi a Bruxelles. Il Belgio in generale è un paese dove i trend della mobilità ciclistica sono più visibili che altrove: le vendite di ebike, ad esempio, hanno già superato quelle delle bici tradizionali.