Home mobilità città “Cambiamo marcia”: a Cesena si rimborsano i ciclisti che lasciano l’auto

“Cambiamo marcia”: a Cesena si rimborsano i ciclisti che lasciano l’auto

988

Sono già 250 gli iscritti a “Cambiamo Marcia”, il programma del Comune di Cesena che vuole aumentare gli spostamenti in bicicletta offrendo incentivi economici a chi rinuncia all’auto e sceglie la due ruote negli spostamenti quotidiani. Alla seconda edizione, l’iniziativa è offerta a tutti i residenti maggiorenni che possono candidarsi fino a domenica 10 marzo. Come previsto in altri comuni, il rimborso bike friendly prevede 25 centesimi a ogni chilometro pedalato per un massimo di 50 euro al mese.

A Cesena, Comune Ciclabile a 5 bike smile, sono 7mila i ciclisti sistematici secondo i dati dell’amministrazione. Nel 2018 300, tra lavoratori e studenti, avevano inaugurato il programma “Cambiamo Marcia” che quest’anno punta a coinvolgere nuovi ciclisti, cittadini da “convertire” a mezzi di trasporto più sostenibili in una città che punta sulla mobilità attiva. Cofinanziato dal Ministero dell’Ambiente il progetto riguarda anche i residenti di Cesenatico e sarà attivo dal primo aprile fino al 31 ottobre.

Per certificare e misurare gli spostamenti fatti in sella i partecipanti utilizzeranno, come nella prima edizione, Wecity, l’app realizzata a Modena utilizzata dal Comune per aggregare i dati su ciclabili e ciclisti e conoscere meglio il traffico cittadino. «Il bando intende aumentare il numero dei ciclisti e per questo chi ha partecipato lo scorso anno non potrà replicare l’esperienza», spiega Gastone Baronio, responsabile del servizio mobilità del Comune. “Cambiamo marcia” non guarda infatti allo zoccolo duro, ma a chi non è abituato a pedalare e può convincersi che in bici si arriva prima a scuola e al lavoro.