Home storie persone Cicloturismo accessibile: il Piemonte fa scuola con il Pinerolo Handbike Tour

Cicloturismo accessibile: il Piemonte fa scuola con il Pinerolo Handbike Tour

2929
In viaggio per il Pinerolo Handbike Tour, modello di cicloturismo accessibile

Quello della bici è un turismo lento e sostenibile. A Pinerolo diventa anche inclusivo, un cicloturismo accessibile anche a persone con disabilità motorie. L’idea è dell’associazione B-Free e dei suoi fondatori Luca Paiardi e Danilo Ragona, ed è piaciuta al Comune di Pinerolo, che ha contribuito alla sua realizzazione. Il progetto, battezzato Viaggio Italia – Pinerolo Handbike Tour,  è stato lanciato in occasione della Giornata mondiale della bicicletta il 3 giugno. Luca e Danilo, per l’occasione accompagnati dall’atleta paralimpica Silvia De Maria, hanno percorso in sella alle loro handbike e carrozzine gli itinerari cicloturistici del Pinerolese, valutandone l’accessibilità.

Bicipolitana di Pinerolo; promossa per la sua accessibilità.

Sono quattro i percorsi del territorio di Pinerolo selezionati e promossi come modello di cicloturismo accessibile. Il più noto è la Via delle Risorgive che collega Airasca e Moretta passando per l’ambiente agricolo della pianura pinerolese, tra campi di mais e di grano, pioppeti e boschi di salici. Altrettanto accessibili la Via della Pietra da Bricherasio a Barge, la ciclostrada che unisce i comuni di Pinerolo e Piossasco, e la Bicipolitana di Pinerolo, che si rifà al modello di Bicipolitana di Pesaro e che è parte del percorso Eurovelo 8. Per ciascuno di questi percorsi, sulle pagine dedicate del sito del turismo di Pinerolo, si trovano mappe gpx, descrizione in dettaglio dei percorsi (terreno, pendenze, punti di interesse e di sosta…) e un video promozionale.

Alla radice, un’idea semplice: il cicloturismo può essere davvero per tutte e per tutti. La spiega così Luca Paiardi: “L’obiettivo è diffondere le good-practice e l’idea che laddove un percorso o un luogo sia maggiormente accessibile è molto attrattivo e frequentato”. E questo progetto di cicloturismo accessibile punta a valorizzare le handbike muscolari o a pedalata assistita “non solo come mezzi sportivi ma anche mezzi di trasporto ecologici sicuri per muoversi”. A sua volta esprime soddisfazione Francesca Costarelli, assessora al Turismo del Comune di Pinerolo: “Pinerolo Handbike significa scegliere di ricercare nuove soluzioni, secondo una visione politica e sociale che mira a rendere le bellezze dei nostri comuni realmente fruibili per tutti. Siamo orgogliosi che il Pinerolese sia uno dei primi territori Italiani all’avanguardia in termini di accessibilità, inclusività e ciclabilità.