Home mobilità città ComuniCiclabili Fiab, settima edizione. Chi sale e chi scende tra le 179...

ComuniCiclabili Fiab, settima edizione. Chi sale e chi scende tra le 179 città bike friendly

344
comuniciclabili
Pedalata di gruppo a Parma, tra i ComuniCiclabili Fiab con quattro bike smile

Sono 179 le città che hanno richiesto una valutazione dalla Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, necessaria per fotografare la situazione della ciclabilità urbana, sotto vari punti di vista (non contano soltanto i chilometri di piste). Con i numeri della settimana edizione di Fiab-ComuniCiclabili, la mappa bike friendly del Paese si aggiorna: per dare un’idea, il 20,3% della popolazione vive in città che battono la bandiera gialla (il simbolo del progetto, con i relativi bike smile). Da sottolineare che sono 38 i comuni capoluoghi di regione e/o di provincia.

Partiamo dalle novità. Sono otto le città che hanno ricevuto la loro prima valutazione dai ComuniCiclabili: Aosta, che segna l’ingresso in rete della regione Valle d’Aosta, Ascoli Piceno, Fermo, Fiscaglia (Fe), Russi (Ra), Fossacesia (Ch), Ispani (Sa) e Soave (Vr). “Chiudiamo questa settima edizione di ComuniCiclabili con la soddisfazione di avere costruito una rete di amministrazioni coesa nella condivisione dello spirito e delle finalità dell’iniziativa – ha dichiarato Alessandro Tursi, presidente Fiab e ideatore di ComuniCiclabili -. La loro rinnovata fiducia ci sprona a proseguire con la consueta professionalità, con valutazioni rigorose che danno valore alle bandiere assegnate, ma sempre con lo spirito di assistere e sostenere le amministrazioni impegnate in un percorso di virtuoso cambiamento”.

ComuniCiclabili: come funziona e cosa si valuta

Nella valutazione di ogni singola realtà gli esperti di Fiab-ComuniCiclabili attribuiscono un punteggio da 1 a 5, espresso sotto forma di bike smile e assegnato sulla base di un’analisi oggettiva di vari aspetti. Sono quattro le aree di valutazione: mobilità urbana (ciclabili urbane/ infrastrutture, moderazione traffico e velocità), governance (politiche di mobilità urbana e servizi), comunicazione & promozione e cicloturismo.

La valutazione può cambiare, migliorando o peggiorando di anno in anno. Sono dodici i comuni che hanno ricevuto una promozione nel 2024: ottengono il punteggio massimo di 5 bike-smile la città di Bologna, divenuta nel 2024 simbolo della città 30, Borgarello (Pv), e Cervia (Ra); passano da 3 a 4 bike smile la città di Trento e i comuni di Alba Adriatica (Te), Medolla (Unione Comuni Modenesi Area Nord-Mo) e Crevalcore (Unione delle Terre d’Acqua-Bo); la promozione a 3 bike-smile va infine a Collegno (To), Gemona del Friuli (Ud), Tresignana (Fe), Altidona (Fm) e Giulianova (Te). L’ottava edizione dei ComuniCiclabili aprirà le candidature dopo l’estate.