Home mobilità L’e-commerce a pedali piace. Se non costa di più

L’e-commerce a pedali piace. Se non costa di più

699
e-commerce a pedali
Le consegne a impatto zero piacciono a tutti (purchè sia zero anche quello sul portafogli)

Sarebbe fattibile un e-commerce a pedali, che non inquini e nemmeno intasi le città con camion delle consegne?
Sì, stando almeno alle risposte di un campione di 2mila persone in Gran Bretagna: tre consumatori su quattro hanno appoggiato lo scenario di pacchi che arrivano in bicicletta, un vero e proprio e-commerce a pedali, o con altri mezzi green, anche a costo di tempi di consegna più lunghi.

La ricerca ha voluto sondare un mercato divenuto sempre più esigente grazie (o per colpa?) di un sistema di logistica sempre più efficiente, che porta a termine ordini anche in meno di 24 ore. L’idea di un e-commerce a pedali con consegne green piace quasi a tutti (92%), ma l’atteggiamento cambia se questo comporta costi più alti: a quel punto quella fetta di consumatori si dimezza.

Negli ultimi tempi si sono mosse diverse aziende che, pur puntando sugli acquisti online, hanno scelto mezzi a emissioni zero: uno degli ultimi esempi viene da H&M, la catena di abbigliamento che in Olanda ha annunciato la collaborazione con un’azienda di ciclo-logistica per servire i propri clienti con bici cargo.