Home mobilità ambiente Handbike condivise. La sfida di Torino

Handbike condivise. La sfida di Torino

659

Da Torino la scommessa del bike sharing per tutti.
Per il momento To-Handbike è un progetto in fase di sperimentazione (a dicembre si valuteranno i risultati), vecchio sogno di Angelo Catanzaro, presidente della a.i.p.s. onlus, Associazione Italiana paralisi spastica.
Patrocinato dal Comune, con il contributo di Reale Mutua e della Compagnia di San Paolo, To-Handbike mette a disposizione sei biciclette che si azionano con la forza delle braccia. Torino tiene a battesimo il primo caso italiano, il secondo europeo dopo Varsavia, di  bike sharing senza barriere.
Il servizio tradizionale, che conta già 22mila abbonamenti annui, 8mila noleggi quotidiani, 120 stazioni, dalla prossima primavera potrebbe mettere a disposizione, in via definitiva, anche biciclette per persone a ridotta capacità motoria. Fondamentali, alla fine del periodo di prova, saranno le risposte dei questionari compilati da tutti i cittadini coinvolti, che costituiranno la base per lo sviluppo del servizio a pieno regime.