Home viaggio programmi Idea weekend: la scoperta della Franciacorta in bici, con Itinera Bike

Idea weekend: la scoperta della Franciacorta in bici, con Itinera Bike

862
Franciacorta in bici
Franciacorta in bici, un piacere da gustare - foto © BresciaTourism

Bicicletta e vino, abbinata vincente. Si pedala in territori dolcemente collinari, nello scenario di una campagna integra e prospera, ricca di segni della storia. Ed è così anche la scoperta della Franciacorta in bici: territorio compatto, destinazione perfetta anche per un week-end lungo. E ideale anche per una pedalata estiva, grazie a un clima mitigato dalla vicinanza con i laghi e le vallate alpine della Lombardia. Motivi per farsi tentare dal programma di Raffinata Franciacorta, la proposta Itinera Bike di una ciclovacanza a ritmo lento, in gruppo ristretto, dal 23 al 25 luglio.

Per la scoperta della Franciacorta in bici Itinera Bike ha eletto a base un agriturismo unico per posizione, nei pressi del Lago di Iseo, e per storia: è la Cascina Clarabella, che accoglie tra le sue coltivazioni biologiche e che si connota per essere una cooperativa sociale, che crea occasioni di lavoro per persone con disabilità. E da lì Itinera Bike porta in bici alla scoperta della regione, tra castelli, abbazie antiche, ville storiche, e ovviamente anche prestigiose cantine.

Franciacorta in bici, il programma di Itinera

I giorni di pedalate sono due: il primo giorno si va alla scoperta della Franciacorta più orientale, in una zona costellata di castelli e piccoli borghi; e si scende di sella per addentrarsi a piedi nella riserva naturalistica delle Torbiere del Sebino. Il secondo giorno il paesaggio è quello del settore occidentale della Franciacorta, con tappa a Rovato, e un percorso che costeggia le pendici boscose del Monte Orfano e lambisce la riva del Lago d’Iseo.

Tra le visite più affascinanti – in un territorio che sta preparandosi a un 2023 da Capitale della Cultura – c’è quella del cinquecentesco Castello Quistini, dove è facile emozionarsi ammirando la collezione di oltre 1500 varietà di rose messe a dimora. Altri tesori poco conosciuti, tutti da scoprire, sono l’Abbazia Olivetana di San Nicola e i castelli di Passirano, di Paderno e di Bornato. E poi, ciliegina immancabile, una degustazione a chilometro zero di vini di Franciacorta.