Home storie persone Mirafiori cambia marcia. «Il quartiere della FIAT è perfetto per le bici»

Mirafiori cambia marcia. «Il quartiere della FIAT è perfetto per le bici»

1043
mirafiori

Il quartiere della FIAT a Torino diventa laboratorio per la mobilità ciclistica. A settembre parte a Mirafiori il progetto MirafioriSìcura, finanziato dal comune di Torino con un fondo di 100mila euro che verrà gestito da tre cooperative impegnate nei prossimi mesi in una ciclofficina popolare (MIRA BIKE) in un forno sociale (MIRA SOCIAL) e in un eco-bar (MIRA CULTURE), già bici grill nella testa degli organizzatori. Tutto realizzato nelle strade e nei centri di aggregazione del quartiere. «Pensiamo che Mirafiori sud abbia le caratteristiche perfette per muoversi in bici – ci racconta David Valderrama, il coordinatore del progetto – ci sono molte aree verdi, tante piste ciclabili e purtroppo un trasporto pubblico carente».

Mirafiori
Lo stabilimento FIAT di Mirafiori a Torino

Dopo le Officine creative e BiciclAbile, a Torino gli esperimenti bike friendly continuano in una zona legata sin dal dopoguerra alle quattro ruote. La nuova ciclofficina aprirà grazie alle capacità di Francesco, un giovane disoccupato per il quale la Cooperativa Mirafiori – la capofila del progetto con le cooperative L’Arcobaleno e I Passi – ha garantito un tirocinio nell’officina di Boeris Bikes. Molto di più di un ciclista: l’attività ha aperto 110 anni fa proprio nel quartiere Mirafiori. «Grazie al  loro aiuto e alle capacità di Francesco, da settembre vogliamo aprire una ciclofficina nel Centro per il Protagonismo Giovanile e tenerla aperta almeno una volta a settimana».mirafiori

LA CICLOFFICINA CARGO DI MIRAFIORI

Dei 100mila euro che il comune di Torino ha destinato a MirafioriSìcura, circa 30 sono stati destinati al progetto MIRA BIKE. «Con parte dei soldi abbiamo acquistato una cargo che ci servirà per la nostra ciclofficina itinerante. Presto, una volta a settimana, gireremo nel il quartiere per aggiustare biciclette. La useremo anche durante manifestazioni ed eventi».

L’obiettivo del progetto è dare un contributo per migliorare i servizi a Mirafiori e creare nuovi spazi di aggregazione. Per questo le cooperative attiveranno un forno sociale dove sarà possibile anche frequentare corsi di panificazione artigianale. Nel Centro per il Protagonismo giovanile, a fianco della ciclofficina, aprirà anche un bar che si aprirà a rassegne culturali, eventi e conferenze. «E per dare un altro servizio al quartiere – aggiunge David – abbiamo acquistato venti biciclette che metteremo a disposizione per un noleggio».