Home mobilità città New York investirà 1,5 miliardi per realizzare 250 ciclabili. E non solo

New York investirà 1,5 miliardi per realizzare 250 ciclabili. E non solo

275
New York

“Rompere con la cultura dell’auto”: si riassume così l’obiettivo di New York per cambiare marcia in fatto di mobilità. Ma non basta uno slogan: ecco allora che l’amministrazione di Bill de Blasio ha approvato un piano per realizzare 250 piste ciclabili nella Grande Mela, sottraendo spazio non soltanto in favore di chi pedala. Nei piani c’è anche l’impegno a restituire quasi 93mila metri quadrati ai pedoni. L’investimento per tutto questo è già stato calcolato in 1,7 miliardi di dollari (pari a un miliardo e mezzo di euro), che la metropoli USA spalmerà nei prossimi dieci anni.

New York: emergenza sicurezza (stradale)

La scelta di un simile investimento da parte del comune di New York muove innanzitutto dai numeri che segnalano un’emergenza sicurezza per gli utenti attivi della strada. Come riporta il sito del Guardian, quest’anno sono morti 25 ciclisti, il numero più alto da vent’anni. Nel complesso, gli incidenti mortali per pedoni e ciclisti sono aumentati del 24% e l’emergenza peggiora di anno in anno.

Il piano

Secondo questo piano decennale bike friendly, a partire dal 2021, New York avvierà la realizzazione di quasi 250 km di corsie preferenziali per mezzi pubblici e 400 km di ciclabili protette. Insieme a questo l’amministrazione si impegna ad aumentare il numero di fermate dei bus a cui saranno dedicate onde verdi ai semafori per velocizzarne gli spostamenti.

Il piano di New York proseguirà poi con una seconda fase, nel 2026, quando si lavorerà per completare il network di piste ciclabili. Stando ai numeri pubblicati sempre dal Guardian, New York ha finora 1995 km di piste ciclabili (di cui 770 protetti dal traffico automobilistico).

Negli ultimi anni, nonostante l’insicurezza nel traffico, sono cresciuti i ciclisti anche perché a New York (e non solo) la bicicletta si è rivelata più veloce dei taxi. Tra il 2012 e il 2017 il numero di persone che hanno pedalato più volte in un mese è cresciuto del 26% e secondo i dati più aggiornati sono circa 800mila i newyorkesi che vanno regolarmente in bicicletta tra bike to school e bike to work.

Obbligo patente e casco?

Ogni giorno sono 480mila i viaggi fatti in sella nella Grande Mela. Purtroppo è la stessa amministrazione che rischia di disincentivare la mobilità ciclistica: a settembre il primo cittadino Bill de Blasio ha infatti lanciato la proposta choc per obbligare i ciclisti ad avere casco e patente anche a costo di disincentivare gli spostamenti in bici. Il motivo? Sempre la sicurezza. Eppure la Safety in numbers dimostra che più ciclisti pedalano più cresce le sicurezza di tutti gli utenti.