Home viaggio mete Pedalare d’estate: 5 semplici regole da tenere a mente

Pedalare d’estate: 5 semplici regole da tenere a mente

1745

Che usciate per una pedalata di qualche decina di minuti, per un’uscita di qualche ora oppure che stiate programmando un piccolo viaggio su due ruote, bene, quando è estate ci sono dei “must” da rispettare per un’escursione in bicicletta. Cerchiamo qui di riassumere 5 semplici, forse banali, consigli, per chi si mette in sella con la bella, anzi bellissima, stagione.

MAI ASSETATI – Consiglio scontato, varrebbe anche oltre il mondo delle due ruote. Ma se in estate volete uscire di casa per una pedalata, per una gita in giornata al mare o in montagna, per una escursione in una città d’arte alla scoperta di musei e monumenti, non dimenticatevi di bere. Portate sempre con voi una borraccia perché il caldo e l’afa sono nemici che vanno combattuti con costanza e dedizione; talvolta bisogna sforzarsi di bere anche se non si percepisce la sete, questo perché l’organismo deve essere sempre idratato in modo corretto e consentirvi una piacevole escursione senza pensieri.

SEMPRE ASCIUTTI – Un consiglio che vale non solo in caso di pioggia. Certo, l’estate, soprattutto in alcune aree e in particolar modo in montagna, è una stagione anche piovosa che può riservare qualche acquazzone fuori programma. Ma stare asciutti è un consiglio che vale anche in caso di sole e bel tempo: sudare troppo non fa bene, fa perdere preziose energie. Se si tratta di un semplice spostamento o di una pedalata di pochi minuti, riparatevi dal sole e indossate indumenti leggeri (non sarebbe bello arrivare all’aperitivo con gli amici tutti fradici); se dovete stare in sella per qualche ora allora scegliete materiali tecnici traspiranti che possano aiutare la vostra pelle a respirare nel migliore dei modi.

IN SICUREZZA – Casco, sempre. Luci, anche. Soprattutto se vi spostate in città, soprattutto se pensate di muovervi anche di sera, quando cala il sole e iniziano a brillare le stelle, oppure al mattino presto (molti cicloturisti sfruttano l’alba per iniziare la loro giornata su due ruote al fresco), siate sempre visibili: luci anteriori e posteriori sempre accese, catarifrangenti bene in vista così che tutti possano vedere il vostro passaggio. Indossate il casco anche se dovete spostarvi in città: ormai non ci sono più scuse, i caschi pesano poco e sono traspiranti e sono perfettamente alla moda, grazie al costante lavoro di ricerca e sviluppo in cui sono impegnati brand e produttori.

NO IMPREVISTI – Lasciare qualcosa al caso può avere quel risvolto piacevolmente romantico che si addice perfettamente all’idea di una uscita in bicicletta, soprattutto se si parla di un viaggio, di un’avventura. Ma la vostra escursione sarà ancor più piacevole se avrete programmato tutto, o quasi, e se sarete pronti ad affrontare eventuali imprevisti: kit per sostituire camere d’aria non devono mai mancare nelle borse e negli zaini di chi si muove in bici, un piccolo attrezzo “multi tool”, cioè tuttofare, vi potrà essere molto utile in caso di bisogno e sta in una tasca senza occupare troppo spazio. E pianificate, pianificate il vostro viaggio: la preparazione è uno dei momenti in cui già si può assaporare il gusto di libertà che regala la bici.

E DIVERTITEVI – Lo dice anche la scienza. Pedalare aiuta a rilasciare endorfine, cioè, in parole davvero povere, a essere felici. Quindi divertitevi: andate in bicicletta durante le vostre vacanze con lo spirito giusto, forse senza prendervi troppo su serio. Lasciate a casa lo stress e gli impegni, fate il pieno di energie positive; scoprite questo mondo bellissimo che visto dalla vostra sella lo sembrerà ancora di più; pedalate in silenzio per fare ordine tra pensieri ed emozioni; chiacchierate, ascoltate musica, innamoratevi; fate fatica, spingete in salita, raggiungete la vostra meta tanto ambita, attesa, sognata. Buon viaggio!