Home storie cultura Teatro in bicicletta, a Milano conviene. Un’iniziativa dell’Università degli Studi

Teatro in bicicletta, a Milano conviene. Un’iniziativa dell’Università degli Studi

624
Groningen, Olanda. Al cinema si va così.

Andare in bicicletta al cinema, a teatro, ai concerti fa bene all’ambiente, fa bene alla salute. A Milano, complice una meritoria iniziativa dell’Università degli Studi, fa bene anche al portafoglio. Una serie di convenzioni attivate dall’ateneo milanese con sale, artisti e compagnie offre infatti un biglietto ridotto a chi dimostra, al botteghino dello spettacolo prescelto, di aver raggiunto il luogo pedalando sulle due ruote.

A seconda delle convenzioni, viene richiesto di mostrare alla cassa la chiave del lucchetto, una luce di posizione, l’abbonamento al bike sharing. Solo in qualche caso è esplicita – stando alla locandina che riassume tutte le offerte a disposizione dei ciclisti – la richiesta della tessera di studente universitario; nella maggior parte dei casi la convenzione è estesa anche a chi ha già lasciato, o non ha mai frequentato le aule dell’ateneo milanese. Per alcuni spettacoli è sufficiente presentare il coupon collegato alla locandina, che potete scaricare qui.

Il ventaglio delle convenzioni è molto ricco: comprende l’intera stagione 2015-2016 del cartellone del CRT Milano Teatro dell’Arte, del Teatro Officina, del Cine Teatro Rondinella di Sesto San Giovanni, del Teatro Ringhiera, del Teatro della Luna, del Teatro Franco Parenti, del Teatro Menotti e del Circuito teatrale di Legnano e dell’Altomilanese.

Per quanto riguarda la musica, vi sono biglietti ridotti per chi si reca in bici ai concerti alla Sala Verdi del Conservatorio di Milano e a quelli della domenica al Teatro Filodrammatici (dove ci sono riduzioni anche per gli spettacoli in prosa il mercoledì e la domenica pomeriggio).

Al Cinema Mexico la convenzione è valida per le proiezioni del lunedì. Per quanto riguarda iniziative o spettacoli singoli, da appuntarsi sul taccuino, per le prossime settimane, lo sconto per il Balletto del Bolshoi (replica del 24 gennaio) e le due serate di programmazione del film musicale Nel Paese dei Coppoloni di Vinicio Capossela (19 e 20 gennaio).

Insomma, mentre si fanno strada iniziative per dare incentivi monetari al bike to work, l’Università di Milano – che già l’anno precedente aveva messo in cantiere l’iniziativa – premia che adotta il ‘bike to show’.