Home storie persone 5 profili Instagram di cicloviaggiatori da seguire per sognare a occhi aperti

5 profili Instagram di cicloviaggiatori da seguire per sognare a occhi aperti

1746
Pablo e Hippie. Viaggiano in coppia, seguiteli su bikecanine.com

Estremi o alle prime armi, sportivi o “pedalatori della domenica”, in coppia o da soli. Instagram, il social del momento, pullula di profili di cicloviaggiatori, di avventurieri che girano il mondo in sella alle loro due ruote attrezzate e cariche di borse. Se siete in ufficio in una giornata uggiosa o se cercate l’ispirazione per la vostra prossima vacanza in bicicletta, allora potete fare un veloce viaggio del mondo semplicemente osservando alcuni dei profili più seguiti e cliccati, che narrano di epiche imprese a pedali in posti nei quali nemmeno si immaginava che una bicicletta potesse arrivare. Se volete cominciare la ricerca potete scegliere uno dei tanti profili di aggregatori di immagini, per esempio Bikewander, oppure affidarvi ai nostri consigli: ecco quindi una mini guida con 5 profili da iniziare a seguire da subito.

L’ESTREMO – Ce ne sono parecchi come lui. Hanno foto di bici stracariche, pesanti come Tir, ma facce sempre felici (spesso sporche). Sarà perché in bici hanno girato mezzo mondo? Sì, anzi no: lui, il giapponese Ryohei Oguchi, il mondo l’ha girato proprio tutto, per davvero. Il suo tour globale è durato dal 2007 al 2016: nove anni sui pedali per oltre 155mila km, con la bandiera del Sol Levante (eccola anche nell’immagine qui a fianco) che sventola sulla sua bici. Nelle gallery delle sue immagini potete ammirare location davvero suggestive e tutti gli incontri fatti lungo il suo cammino.

L’ITALIANO – Ci sono tantissimi cicloviaggiatori italiani molto attivi sui social e che vantano migliaia di follower su Instagram. Tra questi c’è Viaggioinbici, il racconto di Leo (Leonardo Corradini) e dei suoi tour in giro per il mondo in bicicletta. Viaggioinbici è collegato al blog Life in Travel, fondato insieme alla moglie Vero (Veronica Rizzoli). Insieme – eccoli qui a fianco sorridenti, in pausa – sono stati un po’ dappertutto e i loro post sono ricchi di consigli utili per chi vuole organizzare un nuovo viaggio.

LA SPORTIVA – C’è anche chi il cicloturista lo fa un po’ per mestiere e per sport. Paola Gianotti, per esempio, atleta che nel 2012 ha dovuto chiudere la sua azienda e si è reinventata decidendo di fare il giro del mondo in bici per battere il Guinness World Record come donna più veloce ad aver circumnavigato il globo. Tra le sue imprese più belle anche la pedalata invernale da Milano a Oslo per candidare la bicicletta al Premio Nobel per la Pace. Oltre che sui social, i suoi viaggi hanno scalato le classifiche delle librerie (eccola qui a fianco).

LA STRANA COPPIA – Di coppie che viaggiano in sella alle loro biciclette e poi raccontano le loro avventure sui social ne è pieno il web. Ma ce n’è una davvero speciale, Bikecanine (la vedete in posa in apertura di articolo), composta da Pablo e Hippie: il primo è un pedalatore incallito, il secondo è il suo fidato amico cane, che lo segue a quattro zampe in tutte le sue avventure. La bici di Pablo ha una cuccia sopra il portapacchi posteriore da dove Hippie guarda il mondo mentre il suo padrone pedala.

TUTTO IN FAMIGLIA – Quando si dice che il cicloturismo è un affare di famiglia. Ecco, non ci sono parole più azzeccate per descrivere la Velovefamily: Cristophe e Valerie stanno girando il mondo in bicicletta e hanno trascinato in questa fantastica avventura anche i loro tre figli, Lalie, Esteban e la piccola Naia. Le bici utilizzate sono state anche riadattate, come si vede nell’immagine, per poter pedalare come su un tandem. Un’esperienza davvero unica che sicuramente renderà ancora più saldi i vincoli di sangue di questa folle famiglia.