Home viaggio mete Idea estate: Appennino in mountain bike sui percorsi di Emilia Bike Experience

Idea estate: Appennino in mountain bike sui percorsi di Emilia Bike Experience

1742
In mtb sul lago di Trebecco, in Alta Val Tidone

Idee per una estate a portata di mano, da vivere in sella. Il piacere di una full immersion nella natura, in quota, dove l’aria si fa più fresca e leggera. E percorsi per tutte le gambe, anelli brevi e pianeggianti per famiglie, trail tra boschi e crinali per gambe più allenate. È la scoperta dell’Appennino emiliano che si appoggia all’offerta di Emilia Bike Experience, un progetto curato dall’ente di promozione turistica di Destinazione Emilia, che mette in rete le proposte cicloturistiche di tre province, Piacenza, Parma e Reggio Emilia. Tanti percorsi di Emilia Bike Experience si muovono tra pianura e prima collina, qui vi proponiamo invece quelli d’Appennino. Dove un’unica affascinante cornice di boschi e vallate, punteggiata da castelli e borghi antichi, ricca di aree protette, fa da perfetto scenario per la mountain bike. Un’esperienza da vivere con spirito d’avventura, secondo la filosofia del bikepacking; ma anche lasciandosi coccolare dalla proverbiale accoglienza emiliana, fatta di calorosa ospitalità e genuini prodotti del territorio.

Sentieri di Alta Val Tidone

Un passaggio sull’acqua

Iniziamo dall’estremo ovest dell’Emilia, dalla scoperta del territorio di Alta Val Tidone: dove il Sentiero del Tidone si intreccia con la Strada dei Molini e porta alla diga del Molato, al confine con l’Oltrepò Pavese. La diga, opera degli anni Venti del ‘900, risalta in una stupenda cornice ambientale; a monte si apre il lago di Trebecco, orlato da sentieri che si prestano a rilassanti pedalate con vista sull’acqua. Ci si può affidare alla guida dei Cinghiali della Val Tidone, che per chi vuol muoversi in autonomia mettono a disposizione tracce gpx dei percorsi più belli. Si può cogliere, il 10 settembre, l’occasione del Bike festival di Nibbiano, organizzata da Tidonvalley. E dal lago di Trebecco scoprire l’e-bike park e i sentieri del Monte Bissolo, che domina da est lo specchio d’acqua.

Bardi e l’Alta Val Ceno

La cascata del Lecca – © Alessio Tedaldi

Ci spostiamo poi nel territorio di Bardi, in Alta Val Ceno, raccolto attorno a un imponente castello (la cittadina è nella top5 delle hilltop towns preferite dalla Cnn). Nella vallata, tra i 300 metri di quota del torrente ceno e i 1700 del monte Ragola, una fitta rete di sentieri è al servizio di camminatori e mountain biker. Tra i paesaggi unici segnaliamo la cascata del torrente Lecca; ma tutto il territorio si caratterizza per le aree di pregio naturalistico. A Bardi si possono noleggiare bici anche presso l’Ufficio Turistico; uscite guidate, oltre al noleggio, sono proposte da Nuala rent e bike tour. E qui la data da segnarsi sul calendario è quella di domenica 17 settembre per il Cavalca Pedalando: un giorno in bici o a cavallo e occasione per scoprire anche la pregiata enogastronomia del territorio.

Alta Val Parma in Mtb

Alta Val Parma in mtb

Continuiamo verso est: nell’Appennino parmense orientale si pedala su una fitta rete di percorsi cicloturistici, nella natura protetta di due parchi, il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano e il Parco regionale dei Cento laghi. Sono 8 i percorsi del progetto Alta Val Parma in Mtb: variano come lunghezza dai 7 ai 45 chilometri e si rivolgono a vario tipi di cicloturisti, dalle famiglie con ragazzi sino ai biker più allenati. Sono stati pensati tutti ad anello, con ideale punto di partenza presso il campo sportivo di Bosco, frazione di Corniglio, dove si può lasciare l’auto e fare scorta di acqua. Sulla pagina dedicata all’Alta Val Parma in Mtb del sito dei Parchi del Ducato si trovano dettagli e tracce gpx. Molte le strutture ricettive che assicurano ospitalità e la scoperta della cucina del territorio e dei prodotti tipici tradizionali.

Appennino reggiano bike

In mtb alla Pietra Bismantova

Ultima proposta di questo sopralluogo sui percorsi in quota di Emilia Bike Experience è quella del progetto Appennino reggiano bike. Avviato nel 2019, propone una moltitudine di tracciati diversi, in un territorio che dalle colline di Canossa, Casina e Carpineti, con i loro castelli medievali e i paesi in pietra locale, arriva fino alle vette del crinale che separa Emilia e Toscana, nell’area del Ventasso e del Monte Cusna. In percorsi hanno uno sviluppo totale che sfiora gli 800 chilometri: 2,5 chilometri il più breve, 67 quello più lungo. Sul portale di Appennino reggiano bike si trovano non solo i percorsi, con caratteristiche tecniche e files gpx scaricabili, ma anche gli eventi e i servizi: guide, noleggi e ospitalità bike friendly.