Home mobilità ambiente A Milano la Finanza recupera 500 bici rubate. Le foto su Facebook

A Milano la Finanza recupera 500 bici rubate. Le foto su Facebook

1526
Il deposito di Cornaredo, alle porte di Milano, dove sono state recuperate le bici rubate.

Oltre 500 biciclette rubate, per un valore approssimativo di oltre 100mila euro, sono state sequestrate dagli uomini della Guardia di Finanza del gruppo di Rho in un capannone di Cornaredo, comune dell’hinterland milanese. Il cittadino peruviano che aveva affittato il capannone non è stato in grado di dimostrare la provenienza della merce ed è stato denunciato per ricettazione.

Chi ha subito il furto di una bici può provare a ritrovarla in fotografia sulla pagina Facebook Bici rubate e ritrovate –Milano, aperta da qualche mese ed eventualmente rivolgersi, per recuperarla, al gruppo di Rho della Finanza o alla polizia municipale di Milano all’indirizzo mail pl.bicirubate@comune.milano.it. È necessario però presentarsi con la copia della denuncia e di qualche documentazione che ne dimostri la proprietà: in Italia non esiste un registro unico delle biciclette che identifichi la proprietà, ma sono diverse le iniziative sul territorio – alcune gratuite promosse da associazioni Fiab e da qualche ente locale – per marchiare il telaio con il codice fiscale o con un numero di serie registrato.

In Italia ogni anno vengono rubate più di 350mila biciclette (per un valore totale che sfiora i 200 milioni di euro), ma meno del 40% dei proprietari denuncia il furto, condizione questa indispensabile per poter tornare in possesso della bicicletta una volta ritrovata.

In questi ultimi tempi le forze di polizia hanno intensificato le azioni per combattere il fenomeno del furto – una delle ragioni che ostacolano di più la diffusione ciclismo urbano – ma spesso le bici, proprio per la mancanza di una denuncia restano nei depositi per poi essere messe all’asta.