Home mobilità ambiente Bike to shop: a Monza commercianti favorevoli alle ciclabili

Bike to shop: a Monza commercianti favorevoli alle ciclabili

578

Monza come Copenaghen? Un piccolo, ma significativo segnale che ‘un altro mondo è possibile’ viene da una iniziativa promossa dall’associazione Fiab MonzainBici. Nella sua azione di pungolo all’amministrazione locale per spingerla a creare una rete ciclabile connessa, chiede tra l’altro una ciclabile che corra per tutta la lunga arteria commerciale costituita da corso Milano e via Borgazzi, fino al previsto nuovo capolinea della metropolitana MM1.

Ha tastato su questa idea il polso ai commercianti che si affacciano su questa direttrice, e i risultati sono stati sorprendenti: cinquanta i questionari distribuiti nei negozi, oltre il 70% di opinioni favorevoli alla corsia ciclabile (solo 13% i contrari, il 14% non si è espresso).

Ancora più eclatante (proprio perchè viene dalla Lombardia, non dalla Danimarca o da New York), la risposta in termini di aspettative commerciali: il 42% pensa che la corsia ciclabile possa aumentare le sue vendite, solo il 22,5% crede di no.

“Questi numeri – sottolinea Fiab MonzainBici  – ci dicono che i tempi sono cambiati; che molte persone utilizzano ormai la bicicletta per gli spostamenti quotidiani; che esiste una diversa visione di concepire la città”. Non a caso, il 72,5% dei commercianti ha notato che molti clienti si recano già in bicicletta nei loro negozi per fare acquisti; e nella percezione degli intervistati prevale largamente l’idea che la pedonalizzazione del centro storico (nella foto) abbia aumentato le vendite dei negozi (lo pensa il 47,5%; un 42,5% non lo sa, poche le opinioni contrarie).