Home viaggio mete Ferrara città delle biciclette: una i-Bike per scoprirla

Ferrara città delle biciclette: una i-Bike per scoprirla

365
Il bici-sportello di informazioni turistiche a Ferrara

Si chiama i-Bike; dove la i è la classica icona dell’ufficio di informazioni turistiche. La mette in movimento, per andare incontro ai turisti nei luoghi più frequentati, lo IAT Ferrara. Ferrarese è anche il progettista, l’architetto Enrico Sottili, che ha adattato una cargo bike rendendola un prototipo all’avanguardia, unico nel suo genere.

La i-Bike è infatti dotata dei più moderni accorgimenti tecnologici, dalla pedalata assistita, al pannello fotovoltaico che alimenta, oltre all’illuminazione, un dispositivo per la proiezione e un tablet, direttamente connesso con la piattaforma informativa gestita e aggiornata dal centro unificato di informazioni turistiche presso il Castello Estense di Ferrara.

L’iniziativa è nata nell’ambito del progetto comunitario Motor, finanziata completamente all’interno del  programma Italia-Slovenia. Idea innovativa, ha evidenziato il presidente della Provincia Marcella Zappaterra (nella foto alla guida del mezzo), “che oltre a rispondere più puntualmente alle richieste del pubblico, rappresenta un punto di concreta collaborazione con i comuni del nostro territorio. I prototipi prodotti saranno infatti due e saranno a disposizione di tutti i Comuni che lo vorranno sperimentare in occasione di eventi di richiamo.”

Non si deve infatti dimenticare che Ferrara, ‘città delle biciclette’, è inserita in un contesto territoriale ad alto grado di ciclabilità, a partire dai percorsi che portano verso il Parco del Delta del Po.

Il battesimo sul campo della i-Bike avviene questo week-end in occasione del festival Internazionale, tre giorni di dibattiti, incontri e workshop con giornalisti, scrittori, blogger su temi di attualità.