Home Mercato eventi Gestione delle ciclovie: un convegno Fiab il 19 novembre a Castelfranco Veneto

Gestione delle ciclovie: un convegno Fiab il 19 novembre a Castelfranco Veneto

577
La Ciclovia dei parchi della Calabria, una buona pratica di gestione delle ciclovie
La Ciclovia dei Parchi della Calabria, una delle buone pratiche presentate al convegno - foto © Paolo Ciaberta

I fondi ci sono, i cantieri partono, crescono le ciclabili nei centri urbani e le ciclovie in tutto il territorio nazionale. A una sensibilità diffusa nel Paese si è aggiunto finalmente, nel 2022, il tanto atteso Piano Generale della Mobilità Ciclistica Urbana ed Extraurbana 2022-2024. Un quadro pieno di opportunità ma anche di sfide per quelle amministrazioni che vogliono cogliere le opportunità offerte dal cicloturismo e di una mobilità sostenibile per la salute e l’economia dei territori. Fiab, la Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, che da oltre 30 anni lavora al loro fianco come partner e come pungolo, propone un momento di riflessione sul tema. Si tratta di un convegno dal titolo Gestione delle ciclovie: promozione e manutenzione. Buone pratiche. Si tiene al Teatro Accademico di Castelfranco Veneto sabato 19 novembre (inizio ore 10). Questa la pagina del sito della federazione che offre tutte le info per iscriversi e seguire, anche da remoto, i lavori del convegno.

Il convegno prende spunto da quanto messo in atto in Veneto, e da buone pratiche espresse da altri territori, e presenterà esempi di normative regionali per la costituzione dei consorzi di gestione delle ciclovie, con uno sguardo che si allarga ad altre esperienze sia in Italia che all’estero. Dopo i saluti istituzionali di Alessandro Tursi, presidente Fiab e di Federico Caner, assessore al Turismo della Regione Veneto, si alterneranno sul palco, nella prima sessione di lavori, Stefano Sisto, direttore Unità programmazione turistica della Regione Veneto; Alda Bordignon, per la Federazione dei Comuni del Camposampierese che è il soggetto gestore della Pista ciclabile Ostiglia-Treviso; Sergio De Romedis, direttore sostituto dell’ufficio infrastrutture ciclopedonali, Provincia Autonoma di Trento; Stefano Munarin, professore associato di Urbanistica, Università Iuav di Venezia.

Il quadro si arricchirà poi con il racconto di buone pratiche di gestione delle ciclovie di varia provenienza. Palmarosa Fuccella responsabile comunicazione, racconterà la nascita della ciclovia dei parchi della Calabria. Quella della Greenway delle valli Resilienti (Valle Trompia e Valle Sabbia) sarà riportata da Paola Antonelli, coordinatrice della gestione. Al convegno si tornerà a parlare anche di storici, collaudati e virtuosi esempi come la Ciclovia della Drava, nell’intervento di Claudia Tscherne; e dell’Alpe Adria, di cui parlerà Enzo Sima, responsabile Area Bike PromoTurismoFVG. A moderare il convegno, momento pubblico dell’annuale Conferenza nazionale dei presidenti delle associazioni Fiab (sono quasi 200, distribuite in tutta Italia) sarà Susanna Maggioni, presidente Fiab Treviso e consigliera nazionale della federazione.