Home viaggio programmi In bici in Sardegna: con Jonas, tra spiagge e miniere nel sudovest...

In bici in Sardegna: con Jonas, tra spiagge e miniere nel sudovest dell’isola

255

Il sudovest della Sardegna è il segreto meglio custodito dell’isola. È un territorio, quello del Sulcis Iglesiente, dalla natura selvaggia; tra spiagge solitarie si aprono antichi siti minerari. È anche l’angolo di Sardegna meno battuto dal turismo, in cui si viaggia su sterrati o strade a basso traffico. Da quest’anno entra nel catalogo dei viaggi in bici di Jonas: che propone una settimana di pedalate e trekking vista mare. La base scelta per la vacanza in bici in Sardegna è la marina di Portoscuso, davanti all’isola di Carloforte: e il premio rigenerante alla fine di ogni uscita sarà un tuffo un relax sulle spiagge bianche di Portoscuso.

La formula scelta da Jonas è quella del viaggio di gruppo con accompagnatore: una guida esperta che coordina il gruppo e lo accompagna nella vacanza in bici in Sardegna. È una prerogativa che distingue il tour operator veneto sia per i viaggi nel nostro Paese che per quelli che portano in giro per l’Europa (ecco la pagina dedicata). Il viaggio in bici in Sardegna viene proposto a più riprese, tra primavera e inizio autunno: le partenze sono infatti possibili il 1 maggio, il 26 giugno, il 24 luglio, il 21 agosto e infine il 16 ottobre. Jonas propone anche il noleggio della bici a pedalata assistita. Su questa pagina del sito di Jonas trovate tutti i dettagli del programma.

Per cominciare a stuzzicare la voglia di Sardegna, ecco alcuni tra gli highlights toccati dal viaggio: i siti minerari di Nebida e Masua, a picco sul mare, in una giornata in cui si visitano anche le archeologie industriali di Porto Flavia; poi il cuore dell’Iglesias, tra siti archeologici e la città medievale di Iglesias. Verso Carbonia, la laguna di Sant’Antioco e il golfo di Palmas offrono un affascinante mix di saline, di fenicotteri e di resti prenuragici. Un trekking nella natura, tra macchia mediterranea e lunghe spiagge sabbiose, abbraccia invece i fortini dell’ex base militare di Capo Altano, la tonnara di Portopaglia. E nel giorno libero, sono a portata le isole di San Pietro, Carloforte o Sant’Antioco.