Home mobilità città A Rosà comune e cittadini hanno dato nomi alle ciclabili

A Rosà comune e cittadini hanno dato nomi alle ciclabili

356
rosà ciclabili nomi
Una delle ciclabili di Rosà che intendono mantenere viva la memoria della vita del paese.

A Rosà, in provincia di Vicenza, la Giunta ha approvato la nuova toponomastica delle piste. Ci sono la Ciclabile dee Prese e quella dee Roane, per citarne alcune. Nomi che sanno di storia, esattamente quella che si può riscoprire pedalando in questo angolo dell’alto vicentino. Nel paese, abitato da meno di 15mila persone, l’obiettivo è quello di rafforzare il progetto di Bicipolitana, sul modello di quanto già visto in altri comuni italiani. Tra i primi a inaugurare una rete ben identificata dei tragitti ciclabili c’è stato quello di Pesaro, nelle Marche. Qui la Bicipolitana che distingue i vari percorsi con differenti colori, proprio come se fosse una metropolitana, è ormai diventata un punto di riferimento preso ad esempio da altre amministrazioni (ci stanno lavorando a Firenze e a Piacenza).

«In questa fase storica stiamo riscoprendo i benefici ed il piacere di utilizzare mezzi alternativi all’auto, bicicletta in primis – ha spiegato il sindaco di Rosà, Paolo Bordignon – e la valorizzazione del nostro patrimonio ciclabile è solo un altro tassello nel percorso intrapreso nel passato quando Rosà ha iniziato a progettare e costruire ciclabili, potendo ora contare su una rete di oltre 30 km di piste. Una valorizzazione che passa anche nella visione di dare un nome ed una identità a queste piste, rispolverando un pezzo della nostra storia». I nomi dati alle ciclabili di Rosà, esattamente come accade per vie e piazze, servono a conservare e valorizzare la memoria di luoghi e angoli che altrimenti rischierebbero di essere dimenticati.

Ecco alcuni esempi dei nomi delle ciclabili di Rosà: la storia della Filanda per i bachi da seta viene narrata nella zona di San Pietro, dove si ritrovano anche i primi insediamenti industriali del territorio; poi c’è la Ciclabile dee Prese, che indica uno specifico luogo dove da una roggia maggiore derivavano altre di minore portata d’acqua per uso agricolo; la Ciclabile dee Roane, infine, racconta la storia delle scuderie e degli allevamenti di cavalli denominati “le Roane”.