Home Mercato Tern GSD: l’alternativa alla macchina per muoversi in città

Tern GSD: l’alternativa alla macchina per muoversi in città

1119
Tern GSD: la compact utility e-bike che ridefinisce la mobilità urbana

La GSD della Tern riunisce il meglio delle bici cargo, elettriche e pieghevoli, offrendo l’alternativa alla macchina o allo scooter per muoversi in città. Con la GSD, Tern ridefinisce la mobilità urbana: una compact utility ebike enormemente utile e sorprendentemente compatta.
Ne parliamo con Tern Italia, distributore dei prodotti del marchio per Italia e Francia.

«Chi usa la GSD ogni giorno in giro per la città – esordisce – sa bene che muovendosi con questa bici tutto diventa più facile e, perché no, anche divertente: portare i bambini a scuola, andare al lavoro, fare la spesa settimanale, uscire la sera in due con una sola bici, andare via per un weekend. Le potenzialità della GSD insomma sono infinite».

Come riesce a reggere questo carico di incombenze? «A rendere la GSD potente e performante ci pensano il motore Bosch Performance con tecnologia a doppia batteria per un’autonomia fino a 250 Km, la trasmissione Shimano Deore a 10 velocità, i freni idraulici Magura a 4 pistoncini e i copertoni Schwalbe Super Moto X».

Ma in Tern Italia ci tengono a sottolineare un’altra chiave del suo successo. «Pur essendo costruita intorno ad un telaio per carichi pesanti, la GSD è infinitamente compatta e facile da usare: ha la capacità di carico di una bici cargo ma ingombra come una normale city bike, e grazie alla tecnologia Tern più innovativa, si compatta a sufficienza per essere trasportata in una monovolume o per essere portata in appartamento. In aggiunta, si può regolare in modo da far pedalare persone di altezza compresa tra i 150 e i 195 cm. Quindi la mamma, il papà e i ragazzi possono tutti utilizzarla e condividerla».

Accento inoltre sugli accessori appositamente pensati per la GSD, grazie ai quali «trasportare cose o persone sulla propria bici non è mai stato così facile ed essere trasportati mai così comodo». E nel dettaglio. «Con i seggiolini Yepp si possono portare due bambini piccoli senza necessità di adattatori speciali. Con i grandi borsoni laterali Cargo Hold si può fare facilmente la spesa per una settimana o andare al parco senza rinunciare alla bici senza pedali, alla borsa dei giochi e quella per il picnic. Con la Clubhouse la GSD si trasforma in un vero e proprio minivan modulare: può portare due bambini più grandi (tra 5 e 10 anni circa) in modo ancora più facile, confortevole e sicuro, ma si può anche convertire in pochi secondi in un vano perfetto per le provviste».

La GSD – qui il link al sito del produttore – è progettata per dare massima stabilità e maneggevolezza con e senza carico. «Per questo motivo – conclude – pur essendo lunga come una city bike, rispetto a questa ha il passo ben più lungo. Inoltre, grazie alle ruote piccole, al telaio basso e al motore centrale, la bicicletta vanta un baricentro estremamente basso. In sintesi, con la GSD la pedalata è una rivelazione e il trasporto di due bambini o la spesa settimanale un gioco da ragazzi».