Home mobilità città A Bologna aeroporto bike friendly: arriva la certificazione di Fiab

A Bologna aeroporto bike friendly: arriva la certificazione di Fiab

1759
La bike station all'interno dell'Aeroporto Marconi di Bologna

L’Aeroporto Marconi di Bologna (AdB) si fa amico della bicicletta. E da oggi questa sua attenzione alla mobilità sostenibile è attestata dalla certificazione di Azienda Bike friendly. A rilasciarla è Fiab, la Federazione italiana Ambiente e Bicicletta che ha ideato e definito con un consorzio di 16 partner europei i criteri della certificazione. Vediamo in breve i punti di forza che hanno portato l’Aeroporto al livello più alto (“Gold”) tra quelli previsti dal disciplinare.

A fare dell’Adb un aeroporto bike friendly c’è anzitutto la BLQ Bike Station, un parcheggio per biciclette e monopattini posizionato nella zona sottostante alla stazione del Marconi Express che sta riscuotendo notevole successo tra i pendolari in bicicletta: è dotato di moderne rastrelliere antifurto, videosorveglianza e di una colonnina per la manutenzione delle biciclette. Inoltre, i dipendenti del Gruppo AdB possono usufruire di docce, spogliatoi e armadietti riservati ai ciclisti. AdB, inoltre, aderisce al progetto “Bike to work” finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e dal Comune di Bologna; e ha finanziato la realizzazione di pista ciclabili di collegamento. Per il proprio impegno a favore della mobilità attiva, Aeroporto di Bologna ha ottenuto, infine, in comodato d’uso dall’Istituto Trasporti e Logistica della Regione Emilia-Romagna, 32 biciclette a pedalata assistita che saranno messe a disposizione dei dipendenti per gli spostamenti all’interno dell’aeroporto e per gli spostamenti casa-lavoro.

 “E non ci fermiamo qui – ha aggiunto alla consegna del riconoscimento Nazareno Ventola, amministratore delegato di Aeroporto di Bologna – perché questo mese partiranno i lavori per la realizzazione del primo tratto della ciclabile che collegherà l’aeroporto con la Ciclovia del Sole”. Alla conferenza stampa di presentazione dell’aeroporto bike friendly (nella foto la consegna dell’attestato) sono intervenuti anche Andrea Corsini, assessore Mobilità e trasporti della Regione Emilia-Romagna; Alessandro Delpiano, dirigente Pianificazione territoriale della Città Metropolitana di Bologna; Claudio Mazzanti, presidente della commissione consiliare mobilità del Comune di Bologna (che, ricordiamo, dal primo luglio è ufficialmente Città30), e Valeria Lorenzelli, vicepresidente Fiab, che ha sottolineato l’importanza della sinergia tra profit e no-profit, ed enti locali. “Quando avviene – ha dichiarato – è una condizione straordinaria per accelerare l’adozione di nuove soluzioni per gli spostamenti urbani. Ma soprattutto diventa un’occasione per restituire qualità della vita, risparmio concreto di tempo e denaro per il trasporto quotidiano di un gran numero di persone, lavoratrici e lavoratori”.