Home mobilità ambiente Auto sulle ciclabili, in Germania fotografare le targhe si può

Auto sulle ciclabili, in Germania fotografare le targhe si può

465
auto sulle ciclabili

Auto sulle ciclabili e sui marciapiedi. Adesso si potranno allegare foto nella segnalazioni alla polizia di chi non rispetta le regole della strada e un minimo di buona educazione. Almeno in Germania dove un tribunale amministrativo della Baviera ha dato ragione a due attivisti ciclisti di Ansbach – 40mila abitanti, capitale della Franconia – che avevano fatto ricorso contro una multa di 100 euro per aver violato le normative che tutelano la privacy. La loro responsabilità? Aver fotografato le auto che erano parcheggiate illegalmente e aver inviato via e-mail le immagini alla polizia. L’Lda, l’ufficio per la protezione dei dati, aveva infatti stabilito che in questi casi ci si sarebbe dovuti limitare a presentare informazioni sulla targa insieme al luogo e all’ora. Ma senza fornire nessuna immagine a supporto.

Auto sulle ciclabili, invito ai cittadini

“In questo modo – era il senso del ricorso – ogni denuncia verrebbe a cadere perché si tratterebbe della parola di una persona contro quella di un’altra”. I due attivisti sono stati appoggiati nella loro azione dall’organizzazione ambientalista Dhu secondo la quale la sentenza del tribunale amministrativo costituisce un importante precedente per casi futuri e una via libera all’iniziativa dei cittadini che chiedono un maggior rispetto delle regole da parte dei proprietari di auto. “Invitiamo tutti quanti sono stanchi dello strapotere delle auto a farsi parte attiva per contrastare un malcostume diffuso su cui troppo spesso le autorità chiudono un occhio – hanno sottolineato i responsabili della Dhu – Un malcostume che mette in pericolo non soltanto i ciclisti ma anche i pedoni, chi spinge un passeggino o si muove su una sedia a rotelle”.

Anche in Italia quello dei parcheggi sui marciapiedi e più di recente quello sulle ciclabili è un tema molto sentito da quanti credono in una nuova mobilità che non metta al centro l’auto privata. A Genova il sindaco Bucci ha invitato i soci di Fiab a fotografare le auto sulle piste senza oscurare le targhe e di inviarle alla piattaforma che raccoglie le segnalazioni dei cittadini sul funzionamento della città.