Home mobilità Azienda Bike Friendly: ora, con Fiab, è anche un certificato di...

Azienda Bike Friendly: ora, con Fiab, è anche un certificato di qualità

511
azienda bike friendly fiab

La Sacbo, ovvero la Società per l’Aeroporto Civile di Bergamo Orio al Serio, è la prima realtà in Italia ad aver ricevuto la nuova certificazione “Azienda Bike Friendly“, promossa da Fiab per far evolvere la mobilità urbana e incentivare le migliori pratiche, dal bike to work all’intermodalità. «Già avviato in altri stati europei, il progetto sbarca in Italia grazie alla nostra Federazione che gestirà operativamente le candidature di quelle realtà che vogliono intraprendere il percorso di certificazione “azienda bike friendly” – ha commentato Valeria Lorenzelli, consigliera nazionale Fiab e responsabile area mobilità quotidiana – Il riconoscimento  assegnato a Sacbo ci ha permesso di testare sul campo i protocolli e le procedure internazionali».

Prima con Ciab, poi con ComuniCiclabili e oggi con la certificazione “Aziende Bike Friendly”, la Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta ha all’attivo numerose iniziative con lo scopo di valutare l’esistente per quanto riguarda la mobilità dolce nel nostro paese. E da questa base spingere amministrazioni e aziende a fare di più. Grazie all’ultima novità le imprese che richiedono la valutazione si adeguano al cosiddetto protocollo Cfe-Cycle Friendly Employer, applicato in 16 Stati europei con modalità di valutazioni omogenee. Ha una validità di tre anni e l’azienda deve produrre una relazione annuale sulle attività implementate.

Come si diventa “Azienda Bike Friendly”

Sono tre i livelli previsti nella valutazione: Oro, Argento e Bronzo (per le aziende con meno di dieci dipendenti si riceve lo stemma Blu). La Sacbo ha ricevuto la valutazione intermedia. «Il percorso ciclopedonale di collegamento all’aeroporto, che consente di raggiungere i rami della rete ciclabile territoriale, ma soprattutto destinato a connettersi alle future e importanti arterie ciclabili interregionali, ci permette di espandere il concetto di multimodalità introdotto in una visione allargata della fruibilità e accessibilità dello scalo – ha aggiunto dichiara Giovanni Sanga, presidente di Sacbo -. Siamo orgogliosi del riconoscimento che, la Federazione Europea dei Ciclisti, attraverso Fiab, assegna a Sacbo, che intende favorire la mobilità in bicicletta come mezzo di turismo, per il tempo libero e il lavoro».

Sono due i requisiti indispensabili per accedere al percorso che porta alla certificazione Fiab: la nomina del mobility/bike manager e la possibilità di accesso e sosta delle biciclette in azienda. Sul sito ufficiale sono disponibili tutte le informazioni e, soprattutto, il link per potersi candidare.