Home mobilità Cargo bike alla conquista di Copenhagen

Cargo bike alla conquista di Copenhagen

979
Cargo con stile a Copenhagen © Mikael Colville Andersen

Una flotta da competizione: sono ben 40 mila le cargo bike in circolazione tra Copenhagen e i sobborghi, il 6% dell’intero parco bici della capitale danese. Sono le stime di Copenhagenize Design Co., che da anni monitora la galassia del ciclismo urbano nella città della Sirenetta.

Si sono anche messi un giorno all’angolo di uno degli incroci più trafficati in centro città, quello della Søtorvet, per individuarne le tipologie: in maggioranza sono transitate le classiche cargo a tre ruote (tra cui primeggia il modello ‘di casa’ delle Christiania); il 14% è sfilato con le più affusolate cargo a due ruote (modello Bullitt per intenderci); una minoranza (4%) si portava al traino il classico carrellino.

Il 76% dei modelli erano vuoti o con pacchi o spesa; il 24% trasportava bimbi (due o più nel 3% dei casi) Ma nei quartieri di periferia – avvertono i rilevatori di Copenhagenize Design – quando l’esigenza primaria diventa il trasporto bimbi a nidi e asili, cambia, con il carico, anche il panorama dei modelli, e si riequilibra il rapporto tra uomini e donne alla guida.

La municipalità di Copenhagen ha calcolato che il 26% delle famiglie con almeno due figli possiede una cargo. E l’esplosione di questa nuova forma mobilità – che a Copenhagen ha radici negli anni ’80 del secolo scorso – ha portato a una grande vitalità di mercato: sono oltre 30 le marche di bici cargo disponibili in Danimarca; 25 di queste sono prodotte nel Paese. Insomma sono una presenza familiare, al contrario dell’Italia dove sono ancora viste – come racconta questa storia  – come una scelta tanto simpatica quanto eccentrica.

Qui il link per vedere il dettaglio dell’indagine, e per esplorare il fantastico mondo delle due ruote a Copenhagen.