Home mobilità Cargo bike, come funziona l’agevolazione per le imprese

Cargo bike, come funziona l’agevolazione per le imprese

439
cargo bike agevolazione imprese

Un’azienda che, nel 2021, ha investito soldi per l’acquisto di una cargo bike da utilizzare nelle proprie attività quotidiane potrà recuperare fino al 30% della somma, fino a un massimo di 2mila euro. La agevolazione, come si legge nel decreto appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale, è “sotto forma di credito d’imposta”, e viene riconosciuta “per l’acquisto di cargo bike e cargo bike a pedalata assistita”. Le risorse a disposizione delle imprese sono 2 milioni di euro a copertura del 2021. Al momento non è ancora disponibile il portale attraverso cui inoltrare la domanda per ottenere l’agevolazione, ma sempre il testo di legge specifica che la scadenza per presentarla è fissata al 20 giugno 2022.

Ancma, l’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori, ha commentato così il via libera al decreto sulle cargo bike: la misura, si legge in una nota, “è ancora troppo timida e arriva in ritardo per dare un vero impulso a questo ambito del trasporto merci urbano”. Se guardiamo agli obiettivi della transizione ecologica e al contesto attuale in cui si discute di crisi energetica, ecco allora che gli incentivi alla mobilità ciclistica in generale favorirebbero un cambio radicale delle città e delle modalità di spostamento delle merci, soprattutto nei centri urbani.

In Europa intanto i costruttori si sono già esposti con previsioni di crescita del mercato cargo bike. Da una parte ci sono le imprese, con le consegne dell’ultimo chilometro in sella, dall’altra le famiglie, che possono ad esempio sostituire la seconda auto con un mezzo più conveniente (precisiamo: per le agevolazioni delle cargo bike sopra citate possono accedere soltanto le imprese).

Elisa Gallo, presidente di Fiab Torino Bike Pride (che ha recentemente organizzato un cargo bike day) e neoeletta consigliera nazionale della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta , ha commentato così la novità a BC: «Sicuramente è utile che arrivino investimenti specifici sulle cargo bike. In Italia inizia a esserci interesse, ma tutto è ancor in fase embrionale. Per quanto riguarda le consegne c’è maggior sensibilità dell’impatto ambientale del proprio business. Senz’altro è auspicabile che l’agevolazione venga rinnovata per il 2022. Manca però ancora un incentivo all’acquisto di cargo bike dedicato alle famiglie».