Home Mercato Cargo bike, per i costruttori europei il mercato crescerà del 66% nel...

Cargo bike, per i costruttori europei il mercato crescerà del 66% nel 2021

380
cargo bike mercato 2021

Il mercato bici continua a crescere anche dopo il boom del 2020, che era stato favorito in Italia soprattutto dal bonus mobilità. In Europa, stando alle previsioni di decine di aziende costruttrici di cargo bike, quest’anno potrebbe chiudersi con un +66% per quanto riguarda le vendite dei loro mezzi. A riferirlo, con una serie di post sul proprio profilo Facebook, è Cyclelogistics, che ha pubblicato i risultati della European Cargo Bike Industry Survey condotta l’estate scorsa su 38 brand che realizzano cargo bike, ai quali è stato chiesto come si aspettano di chiudere il 2021 e quanto crescerà il mercato cargo.

Da questo sondaggio non rappresentativo, ma comunque eloquente per quanto riguarda la fiducia dei costruttori verso un mercato pronto e maturo sui temi della sostenibilità, emergono anche altri dati che inquadrano l’Europa come un laboratorio internazionale per la logistica bike friendly e non solo. In un recente numero di BC abbiamo letto le storie di famiglie e aziende che hanno rivoluzionato la propria quotidianità sostituendo magari la seconda auto o il furgone con una cargo. Il fenomeno sembrerebbe soltanto agli inizi.

Anche lo scorso anno il mercato cargo aveva registrato un segno “+” in tutta Europa, con l’Italia che ancora oggi insegue con poche mosche bianche. Prendendo infatti spunto sempre dal sondaggio focalizzato sul 2021, Germania e Belgio si confermano come paesi di riferimento per le vendite di cargo bike. Trend che va di pari passo con quello della mobilità elettrica: nel 92% dei casi una famiglia o un’azienda compra un mezzo dotato di pedalata assistita.

In Italia ancora non esiste una statistica delle vendite nazionali di cargo bike, anche se ANCMA (l’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori di Confindustria) potrebbe realizzarla a partire dal prossimo anno. Nel frattempo i bandi che ne incentivano l’acquisto raccolgono sempre più successo: in Piemonte la Regione ha di recente scelto di rifinanziare il fondo dedicato con quasi 11 milioni di euro.