Home viaggio mete Fiera del cicloturismo, successo di pubblico ed espositori

Fiera del cicloturismo, successo di pubblico ed espositori

1275
Boom del cicloturismo in Italia: alla Fiera di Bologna sono state 19mila le presenze per 90 espositori.

Fiera del cicloturismo, bilancio più che positivo. La seconda edizione dell’evento organizzato da Bikenomist, che si è chiusa domenica 3 aprile, ha fatto registrare numeri record che segnalano la vitalità di un settore continua crescita: 19mila presenze, il 30% in più rispetto all’edizione milanese dello scorso anno, una superficie quintuplicata che ha visto partecipare 90 espositori in 60 stand di enti del turismo, tour operator, albergatori e noleggiatori di bici.

Fiera del cicloturismo, stranieri in aumento

Importante la presenza di molte regioni italiane che non avevano preso parte alla prima Fiera e notevole l’aumento delle realtà straniere che hanno presentato le loro proposte di viaggio. Che il cicloturismo non sia più un fenomeno di nicchia lo testimonia il rapporto Isnart-Legambiente sul turismo in bicicletta, presentato durante la manifestazione.

Sono 33 milioni i turisti sui pedali che hanno generato un fatturato di 4 miliardi. Dalla ricerca emerge che i turisti che fanno della bici lo scopo principale della vacanza (bici da corsa, mountain bike e cicloviaggio) in Italia, anche grazie alla rete Bicitalia, nel 2022 sono raddoppiati rispetto al 2019, arrivando a nove milioni di presenze e generando un impatto economico stimato in oltre 1 miliardo di euro. A questi si aggiungono i turisti che hanno usato la bici in vacanza: altri 24 milioni, con un ulteriore giro d’affari di 3 miliardi di euro. Tutto questo comporta che il 90% degli operatori presenti alla Fiera prevede un aumento del proprio giro d’affari.

Bologna la sede giusta

A contribuire al successo della Fiera del cicloturismo la decisione di spostare la sede da Milano a Bologna. «È stata la scelta giusta – ha detto Pinar Pinzuti direttrice della Fiera – non soltanto per la sua centralità geografica, ma anche per l’attenzione che la città e la Regione stanno dimostrando nei confronti della mobilità attiva».

Oggi il mercato del cicloturismo, secondo un forum che ha preceduto l’apertura della manifestazione, attrae persone tra i 28 e i 57 anni, nel 71% dei casi, cui si aggiunge un’interessante quota di baby boomers (il 17,3% ha tra i 58 e i 72 anni), caratterizzati da una maggiore capacità di spesa rispetto ai più giovani.

Nonostante la crescita dell’uso del web per attingere ad informazioni prima di un viaggio, il cicloturista si rivolge a operatori tradizionali ed eventi come la Fiera, per ottenere materiale, ispirazione e sapere le ultime novità ancora in un 56%. La rete è invece usata da un 65% dei cicloturisti (contro il 36,8% del turista medio) che utilizza i social per condividere con la “comunità bikers” impressioni di viaggio, foto e recensioni di luoghi visitati e servizi utilizzati.