Home viaggio mete Meravigliosa Gran Canaria: 10 ottimi motivi per scoprirla in bici

Meravigliosa Gran Canaria: 10 ottimi motivi per scoprirla in bici

615
Tra le dune di Maspalomas. Gran Canaria è anche questo! © Patronato de Turismo de Gran Canaria

Congestione del traffico e inversione termica segnano l’ingresso nel nostro autunno? La via di fuga è dietro l’angolo, come si vede da questi ottimi 10 ottimi motivi per scoprire Gran Canaria in bicicletta. Due anni fa BC l’ha visitata per voi, restituendo – anche on line – l’immagine di un Paradiso. Paradiso per ciclisti, certamente; ma anche un Eden tout court, per clima e fascinazione naturalistica, un continente in miniatura, non a caso tutelato come riserva della biosfera dall’Unesco. Allora pronti via, sotto con i dieci motivi.

Il primo motivo è che Gran Canaria offre un clima da eden in terra: temperature miti e costanti tutto l’anno con una invidiabile media mensile di 24°C. Un meteo che la rende una destinazione ottimale 12 mesi all’anno; ancor più tentatrice, ovviamente, nei mesi in cui dalle nostre parti il rigore invernale o l’afa estiva fanno da deterrente alle pedalate.

Il secondo motivo  è quello della qualità dei servizi per il cicloturismo. Parliamo prima di tutto della qualità e della varietà delle proposte di noleggio di bici e attrezzature. Si va da colossi del settore, in grado di servire al meglio team sportivi, gruppi organizzati e tour operator, a piccoli centri di noleggio distribuiti sull’isola per soddisfare le richieste del viaggiatore individuale. Ma parliamo anche della propensione all’accoglienza bike friendly di chi sull’isola è da sempre abituato ad accudire cicloturisti e cicloamatori.

Percorsi su strada e per mtb

Strettamente in tema sono anche le due ragioni successive. Entrambe riguardano la qualità dei percorsi cicloturistici sull’isola. Se parliamo dei percorsi su strada, terzo motivo, questi rappresentano nel loro insieme un perfetto campionario di varianti per tutte le gambe e per ogni chilometraggio. Chi non ha salite nelle gambe si muoverà lungo costa per un giro completo dell’isola, magari da suddividere in più giorni (sono circa 200 chilometri) o per più rilassanti pedalate attorno alla capitale Las Palmas. Oppure sfrutterà le e-bike, largamente utilizzate e disponibili a Gran Canaria.

Magari alternando strada e offroad: perché – e qui arriva il quarto motivo – l’interno di Gran Canaria, con i suoi ambienti sempre diversi, ora assolati e rocciosi, ora verdeggianti tra boschi subtropicali, è una palestra perfetta per divertirsi in mountain bike tra sentieri e sterrati, in una cornice di assoluta wilderness.

Se poi si vuol variare il ritmo del viaggio e delle esplorazioni, Gran Canaria offre sollecitazioni per una vacanza attiva a 360 gradi (ed è questo il quinto motivo per far rotta verso l’isola): è il paradiso dell’outdoor, dagli sport acquatici a quelli di terra, dal trekking slow all’arrampicata e alle avventure più adrenaliniche. Tra le sigle al servizio degli sport all’aria aperta c’è Gran Canaria Tri, Bike & Run, consorzio di tour operator, organizzatori di eventi sportivi e strutture ricettive che promuove in modo unitario la vocazione active della destinazione, coordinando la ricca offerta in tema.

Il sesto motivo per scegliere Gran Canaria è legato alla dimensione dell’isola: la taglia ideale per scoprirla e conoscerla a fondo in una settimana di vacanza. Più che sufficiente per apprezzare, tra una pedalata e l’altra, natura (un sito su tutti, la meraviglia delle dune di Maspalomas) e cultura, le architetture coloniali dei villaggi tradizionali e la vivacità contemporanea di Las Palmas, lo charme marittimo dei porticcioli sulla costa meridionale e le tradizioni agricole dell’entroterra, che si fanno inebrianti con il rum delle Destillerias Arehucas, le più antiche d’Europa.

Gran Canaria, la taglia ideale

Ma visto che di isola parliamo, di Oceano e di climi subtropicali, aggiungiamo – settimo motivo – che Gran Canaria offre il raro privilegio di abbinare la passione bici e i piaceri del mare d’inverno: sui 236 chilometri di coste, quasi 60 sono costituiti da spiagge. Ce n’è per tutti i gusti, dalle calette incastonate dalla roccia nel verdeggiante nord alle distese di sabbia scaldate dal sole del sud. E per chi ama la natura ma preferisce stare lontano dal mare, Gran Canaria regala – ottavo motivo – gli scenari di un entroterra selvaggio, primordiale, i contrasti a tinte forti tra la pietra vulcanica e la lussureggiante vegetazione che da queste rocce trae la linfa.

Lo scenario, insomma, è quello di un viaggio ai confini della terra. Ma con tutte le comodità – ecco il nono motivo – di una vacanza ready made: esotico sì, ma semplice, alla portata, organizzato, o organizzabile, fino nei dettagli: Gran Canaria vuol dire Spagna, vuol dire Europa: voli diretti portano dall’Italia saltando addirittura lo scalo sul territorio spagnolo, l’assistenza del Patronato del turismo è puntuale per ogni necessità, l’italiano si sente a Gran Canaria come a casa.

E siccome la qualità di ogni viaggio si riconosce da quello che si riporta a casa, e il cicloturista è quello che usa la bici non come fine ma come mezzo per conoscere un territorio, possiamo dire – decimo motivo – che a Gran Canaria tutto è a portata di sellino: pedalando si fa il pieno di paesaggi e ambienti, ma anche di cultura, storia, folklore, prodotti del gusto; che sia una sosta a tavola o la visita a un villaggio, Gran Canaria conquista con quelle sfumature che arricchiscono ogni giornata.