Home mobilità città Nike sharing: per le biciclette di Portland uno sponsor da 10 milioni...

Nike sharing: per le biciclette di Portland uno sponsor da 10 milioni di dollari

911
L'Orange Nike vestirà il bike sharing di Portland

Dalle stelle dello sport… alle stelle del bike sharing. Stiamo parlando della multinazionale Nike, storico marchio sportivo fondato a Portland negli anni ’60, che ha da poco annunciato la sua sponsorizzazione del servizio di biciclette e noleggio della città dell’Oregon. Alle 600 previste nel piano comunale Biketown approvato all’unanimità lo scorso settembre, la Nike ha aggiunto altre 400 biciclette alla flotta del noleggio che, stando alle previsioni, verrebbe inaugurato in luglio.

Per aggiudicarsi la sponsorizzazione delle mille biciclette di Biketown, la Nike si impegna a finanziare il servizio con una somma di 10 milioni di dollari (oltre 9 milioni di euro) spalmati nei prossimi cinque anni. In cambio l’azienda – che comunica i dettagli sul suo sito – vestirà le biciclette del bike sharing con il suo storico Nike Orange, l’arancione che distingue i suoi prodotti sportivi, e, naturalmente, il noto stemma in bella vista sul cesto davanti al manubrio.

Nel capitolo costi, la partnership tra Nike e la città di Portland – poco più di 600mila abitanti – garantisce un bike sharing competitivo tra gli oltre 60 presenti nelle città statunitensi: 2,5 dollari (poco più di due euro) per mezz’ora di noleggio, mentre i ciclisti iscritti al servizio avranno a disposizione un massimo di 90 minuti al giorno con 15 dollari (circa 14 euro) al mese.

Accanto alla Nike, non l’unica tra le multinazionali a investire nel mondo della bicicletta, e che in Oregon lancerà biciclette a noleggio in versione limitata, Portland ha ingaggiato Motivate per la gestione del servizio, un leader mondiale del settore già attivo a New York, Chicago e Seattle.

Completa la formazione del nuovo bike sharing l’azienda SoBi (Social Bicycle), con sede a Brooklyn, che fornirà alla flotta di Biketown la sua tecnologia rivoluzionaria. Il ciclista può lasciare la sua due ruote ovunque nel perimetro cittadino e in sicurezza grazie a un efficace sistema di blocco; col proprio smatphone è possibile infine visionare una mappa per trovare la stazione “mobile” più vicina e prenotare la propria bicicletta.