Home mobilità Promotore della Mobilità Ciclistica: riparte il corso Fiab all’Università di Verona

Promotore della Mobilità Ciclistica: riparte il corso Fiab all’Università di Verona

780
Le iscrizioni al Corso Esperti Promotori Mobilità Ciclistica chiudono il 28 febbraio.

«Il corso Esperto Promotore Mobilità Ciclistica è utile perché dà una visione completa della mobilità urbana ed extraurbana e delle sue problematiche. Al punto che sono a volte Comuni e Regioni a pagare l’iscrizione per formare alcuni dei loro funzionari». A BC il Consigliere Nazionale Fiab e Coordinatore Didattico, Marco Passigato, introduce così la sesta edizione di un percorso teorico e pratico che durerà da aprile a giugno, organizzato dal Dipartimento di Neuroscienze, Biomedicina e Movimento dell’Università di Verona e rivolto a diplomati e laureati. Negli anni si sono formati 99 esperti, molti dei quali hanno perfezionato o avviato attività lavorative, dalla consulenza fino al cicloturismo. Le iscrizioni sono aperte online fino a giovedì 28 febbraio.

Le dieci lezioni complessive del sesto corso di Esperto Promotore Mobilità Ciclistica prevedono 6 incontri frontali presso l’Università di Verona in due fine settimana – da giovedì a sabato – da 42 ore complessive e quattro uscite in bicicletta per testare sul campo i casi bike friendly di realtà urbane e non come Bolzano, Mestre, Peschiera e la Valsugana. Alla cattedra, come ogni anno, saranno presenti professori universitari, esperti Fiab e professionisti del settore.

E il motivo di questo credito da parte delle istituzioni? «Gli Esperti Promotori Mobilità Ciclistica sviluppano competenze a tutto campo nel mondo della bicicletta che li mettono nelle condizioni di lavorare tanto per gli uffici tecnici delle amministrazioni quanto di avviare una propria iniziativa imprenditoriale». Alcuni di loro saranno presenti al CosmoBike Show di Verona sabato 16 febbraio (dalle 10 alle 12 all’Area Eventi Padiglione 5) per presentare insieme a Fiab le migliori esperienze professionali nate grazie al Corso. Come il corriere in bicicletta che a Firenze ha abolito il cottimo.