Home storie persone Romea Strata e dintorni: il Veneto accessibile del progetto Klick’s on ways

Romea Strata e dintorni: il Veneto accessibile del progetto Klick’s on ways

2464
Nella foto, in viaggio per l'edizione 2022 di Klick's on ways.

Il Veneto si fa accessibile, e affida alla prova di Klick’s on ways la propria rete di ciclabili e cammini: dieci viaggiatori, di cui otto a mobilità ridotta, andranno alla scoperta di alcuni degli itinerari più suggestivi della regione. Si muoveranno lungo la via Romea Strata che attraversa il territorio veneto nel suo percorso dal mar Baltico a Roma, e sul tracciato dell’ex-ferrovia Treviso-Ostiglia. Percorreranno tratti del Cammino delle Scoperte, della via Postumia, del Cammino di Sant’Antonio. Il tutto nel quadro di un progetto che mira a promuovere la conoscenza dell’accessibilità e dell’ospitalità della regione. Il viaggio inizierà il 19 maggio da Negrar di Valpolicella, in provincia di Verona, e terminerà il 26 maggio a Motta di Livenza, con un gran finale il giorno dopo in Piazza San Marco a Venezia.

Klick’s on ways è un progetto partito l’anno scorso. Un’idea sviluppata da Pietro Scidurlo e dall’associazione di volontariato Free Wheels, da lui fondata nel 2012. Free Wheels lavora a rendere accessibili percorsi e cammini che altrimenti non lo sarebbero. In oltre 10 anni di attività, questa onlus ha aiutato oltre 10mila persone a scoprire i benefici del viaggio lento. Il viaggio di quest’anno alla scoperta del Veneto accessibile prevede otto tappe in otto giorni. Si sviluppano per centinaia di chilometri dal Veneto occidentale a quello orientale. Con Pietro Scidurlo e Jesusleny Gomes (che ha sposato l’iniziativa dopo aver toccato a piedi 574 comuni veneti) viaggeranno Pietro M. di Dolo, Michele di Monastier di Treviso, Emanuele di Eraclea, Ignazio di Scicli, Samuele di Sulbiate, Sabrina di Cagliari, Angiolino di Sommacampagna, Manuel di Martellago.

Veneto accessibile in otto tappe

Da Verona – dove verranno accolti per i saluti istituzionali dal team direttivo della Via Romea Strata – i protagonisti di questo viaggio nel Veneto accessibile percorreranno fino a Lonigo un pezzo della Romea Strata: potranno ammirare il maestoso Ponte Pietra, Montorio e le sue risorgive, e Soave, considerato uno dei borghi più belli d’Italia. Nei giorni seguenti continueranno per Vicenza, Poiana di Granfion. Poi riprenderanno un altro tratto della Cammino della Romea Strata da Camposampiero fino a Dolo. Il loro viaggio proseguirà per Martellago e Monastier di Treviso, entrando nel dominio del Prosecco, San Donà di Piave, ed Eraclea, rinomata per i suoi lussureggianti paesaggi lungo il mare Adriatico. I viaggiatori da Motta di Livenza si recheranno a Venezia e, sullo sfondo di Piazza San Marco, potranno condividere la loro esperienza, in questa città che è ora accessibile e vivibile anche per le persone con lesione midollare.