Home mobilità città Tassa sui parcheggi aziendali: da 5 anni Nottingham finanzia così il trasporto...

Tassa sui parcheggi aziendali: da 5 anni Nottingham finanzia così il trasporto pubblico

544
A Nottingham sono 25mila i parcheggi aziendali tassati.

Quasi 30 milioni di euro, ovvero circa 25 milioni di sterline, che a Nottingham, Inghilterra,  sono stati raccolti negli anni grazie alla tassazione dei parcheggi per auto messi a disposizione dalle aziende per i dipendenti. La somma, accumulata a partire dal 2011, è il frutto del cosiddetto Workforce Parkin Levy, che impone ai datori di lavoro il pagamento di 375 sterline l’anno per posto, all’incirca 430 euro, quando i parcheggi riservati sono più di 11.

La decisione di tassare il parcheggio delle automobili nelle aree di sosta aziendali ha permesso il finanziamento di diverse infrastrutture. A Nottingham, città di 300mila abitanti, così è stato finanziato in parte il trasporto pubblico locale, consentendo la creazione di due nuove linee del tram. Tanto che, stando a quanto riferisce il sito Streetsblog, il 40% della popolazione si sposta già coi mezzi pubblici, un dato al di sopra della media britannica.

A Nottingham, a più di cinque anni dall’entrata in vigore della tassa sui parcheggi aziendali, non sono comunque scemate le polemiche da parte di alcuni datori di lavoro. Il timore, un ritornello oramai, riguardava e riguarda ancora i rischi che deriverebbero dalla tassazione del traffico motorizzato, con lo spettro di città deserte e attività commerciali in crisi.

Eppure, grazie proprio a quei 25mila posteggi auto esistenti a Nottingham e interessati dal Workforce Parking Levy, gli amministratori si prefiggono un taglio ulteriore del 7% della mobilità a motore, con ricadute positive sia sulla vivibilità urbana che sulla produttività sul luogo di  lavoro per chi sceglierà la bici come mezzo di trasporto.