Home viaggio programmi Vacanze in bicicletta: una tentazione chiamata Fiandre

Vacanze in bicicletta: una tentazione chiamata Fiandre

1302
Nella piazza centrale di Mechelen © VisitFlanders

Le Fiandre sono una meta nel cuore di molti tra i più attivi tour operator italiani specializzati nel viaggio in bicicletta. Hanno molte buone ragioni. La dimensione compatta del territorio, in cui tutto è vicino, a dimensione di ciclovacanza; la varietà delle suggestioni di viaggio, che va dall’arte alla storia, dalla natura ai prodotti di territorio (e per chi va in bicicletta c’è anche la suggestione di muoversi sulle rotte delle grandi classiche del ciclismo del Nord).

Un’altra ottima ragione, che toglie ogni problema anche a chi sceglie il viaggio individuale, è che sul territorio belga delle Fiandre è impossibile perdersi, basta seguire il filo delle Landelijke Fietsroutes, una rete di ciclabili intersecate tra loro e identificate da un nome e un numero: abbracciare le cinque provincie delle Fiandre, passando in ciascuna per le città principali, ogni incrocio tra ciclabili è uno knooppunt (nodo) contrassegnato da un numero, che viene indicato sia sulle mappe che sulla segnaletica che accompagna nel viaggio.

LA CICLOVACANZA NELLE FIANDRE è UN PIACERE CHE INVITA ALLA CONDIVISIONE

Detto questo, il piacere della ciclo vacanza nelle Fiandre è anche e sempre più un piacere che invita alla condivisione – sarà forse per via della buona tavola? – e al viaggio organizzato sia di gruppo che individuale (che poi spesso vuol dire in coppia o con minigruppo di amici) con la sua marcia in più: e non parliamo del ritmo della pedalata, ma proprio del quid che guide esperte di un territorio sanno dare soprattutto alle visite e alle soste che sono l’altra metà del cielo di una ciclo vacanza. Ecco allora, una sintesi dei programmi ‘destinazione Fiandre’ nei cataloghi di tour operator specializzati nel viaggio in bicicletta.

Alice nel paese delle meraviglie porta dritto nel cuore di una delle città storiche più fascinose del continente: la romantica Bruges (Brugge nella dizione fiamminga), con i suoi canali e il guscio miracolosamente integro del centro storico medievale, patrimonio dell’Umanità Unesco, è il volano di brevi percorsi che portano nei piccoli centro dell’entroterra e sulla costa del mare del Nord, nella vivace Knokke. Ma questo, declinata in formule 5 o 6 giorni è soltanto uno dei nove pacchetti viaggio del tour operator che includono le Fiandre. Qui per saperne di più.

Anche Due Ruote nel Vento propone Bruges e il suo circondario, con la formula del viaggio individuale; e con la stessa formula propone anche una più estesa (7 giorni, 50-60 km al giorno) traversata per le fiandre da Bruxelles a Bruges (si toccano anche le città storiche di Mechelen e Gand). Di quest’ultima randonnée c’è anche la versione bici+barca, che sfrutta l’efficiente rete di canali navigabili (si parte proprio dal ‘porto’ di Bruxelles) per includere nel giro anche Anversa, città portuale che è una intrigante fusione di antico e contemporaneo (è una proposta double-face, si può scegliere anche l’opzione Bruges-Bruxelles). Qui per saperne di più.

BICI PIù BARCA, L’INCANTO DI BRUGES, LA NATURA E IL MARE DEL NORD. AD OGNUNO LA SUA DIMENSIONE

Fiandre no limits, potremmo dire, nel catalogo di Girolibero: che offre egualmente la vacanza bici+barca da Bruxelles a Bruges, o viceversa; ma che propone anche 4 varianti, di cui una tagliata su misura per il ciclo viaggio in famiglia. Si chiama Alla conquista di Bruges e dei suoi parchi tematici, e porta in 7 giorni in bici fino al mare del nord, e poi al parco acquatico Boudewijn e Choco-Story, un museo didattico e interattivo (oltre che goloso) del cioccolato, che è un’altra piccola gloria nazionale del territorio. Le altre proposte sono una classica Da Bruxelles a Bruges, una che mette insieme Bruges e il mare del Nord e una interamente dedicata Alla scoperta di Bruges. Qui per saperne di più.

Dalla capitale verso nord-ovest, dove raggunge il mare all’altezza di Oostende, è anche il Tour delle Fiandre proposto da Mondobici, tour operator che propone tra l’altro anche un gemellaggio tra le patrie della bicicletta con il viaggio da Bruges ad Amsterdam (o viceversa). Qui per saperne di più.

Infine segnaliamo le opzioni che sul territorio propone Verde Natura: un tour con la formula del viaggio individuale per Le Romantiche Fiandre che, come altri, prende le mosse da Bruxelles (a proposito: sapevate che la capitale del Belgio, dall’affascinante centro storico, capitale mondiale dell’art nouveau, è anche capoluogo di una provincia autonoma a statuto speciale, bilingue, in cui convivono la comunità vallone e la fiamminga?) e ha il suo approdo a Bruges. E un Bruges e le Fiandre per famiglie, con le attrazioni del mare e con la magia di Bruges, che è anche – eccome se lo è – una meta che incanta i più piccoli, tra atmosfere antiche, navigazione sui canaletti, gite in carrozza nel centro storico. Qui per saperne di più.

E per farsi un’idea complessiva delle Fiandre e di tutte le potenzialità per il bici viaggiatore (ci sono anche gustosi tour ‘pedali&boccali’ tra i birrifici artigiani diffusi in particolare nel Pajottenland attorno a Bruxelles, e più a ovest nel circondario di Oudenaarde, o a est attorno a Leuven) si può consultare il portale di VisitFlanders, l’Ente per la promozione turistica delle Fiandre, ricco di sezioni tematiche e di brochure scaricabili, anche a tema cicloturismo.