Home viaggio programmi Aperte le iscrizioni al Cicloraduno Fiab: in Friuli Venezia Giulia, dal 22...

Aperte le iscrizioni al Cicloraduno Fiab: in Friuli Venezia Giulia, dal 22 al 26 settembre

870
cicloraduno Fiab
Percorsi vista mare sulla Laguna di Grado

Nell’anno della ripartenza, torna anche il Cicloraduno Nazionale Fiab. Destinazione Friuli Venezia Giulia, dal 22 al 26 settembre, per un evento che da oltre 30 anni richiama centinaia di cicloturisti e li accompagna alla scoperta dei territori più belli e pedalabili d’Italia. L’edizione 2021 nasce dall’impegno comune delle associazioni Fiab di Pordenone, Trieste, Udine, Monfalcone e Medio Friuli, e sarà la prima, nella lunga storia del Cicloraduno Fiab, a carattere diffuso. I partecipanti (potranno scegliere un itinerario per ciascuna giornata pescando tra quelli messi a punto e proposti dalle singole associazioni. Le iscrizioni sono aperte sul sito ufficiale del Cicloraduno fino al 31 agosto (salvo esaurimento posti disponibili).

Cicloraduno Fiab: tutti i percorsi

In questo modo, in un territorio tra i più attrezzati per chi ama scoprire e conoscere al ritmo della bici (qui avevamo proposto alcune suggestioni di viaggio lungo le grandi ciclovie della regione) il Cicloraduno Fiab invita a scoprire il Friuli Venezia Giulia più pedalabile. Il programma offre le suggestioni più diverse: dalla Steppa dei Magredi, patrimonio Unesco, al Rinascimento Friulano di Spilimbergo, dalle vallate prealpine alla Laguna di Grado, chi ama seguire le vie d’acqua potrà scoprire il Tagliamento, ultimo fiume selvaggio d’Europa, o risalire fino alle sorgenti della Livenza. Suggestioni culturali (come quelle delle terre di Pasolini) si mescolano a quelle storiche, dai Longobardi fino alle recenti eredità della guerra fredda.

Ogni partecipante viene quindi ‘adottato’, a seconda del percorso scelto per la giornata, dall’associazione locale Fiab che lo guida alla scoperta del territorio. Ogni uscita è a numero chiuso (variabile tra 20 e 30 posti), per cui è bene mettere a punto per tempo la propria scaletta preferita di itinerari. La socialità, che da sempre è una delle carte vincenti del Cicloraduno Fiab, si nutre giorno per giorno nelle varie soste e visite lungo il percorso; e culminerà nella giornata conclusiva, in una cena a sorpresa preparata da ogni associazione Fiab per i propri ospiti. La manifestazione ha, tra gli altri, il patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia: nel sito turistico dell’ente si trova una esauriente panoramica dell’offerta bike del territorio.