Home Mercato Cargo in vetrina: vi presentiamo Irena Bike, l’utilitaria

Cargo in vetrina: vi presentiamo Irena Bike, l’utilitaria

752

Irena Bike è una bici da carico nata con tre obiettivi: avere un prezzo accessibile, componenti di qualità e venire prodotta in Italia. Riccardo Tavernari, il suo ideatore, l’ha progettata per chi vuole sbrigare le faccende quotidiane senza ricorrere all’auto. Dopo tre anni di ricerca e sviluppo è nata una cargo bike durevole e affidabile, ma di semplice manutenzione, che può essere anche montata in casa. È una bici essenziale e pratica, il suo telaio modulare ne permette anche il trasporto dentro una piccola automobile.

L’acciaio è stato scelto per il costo contenuto e per le sue proprietà meccaniche: la sua elasticità rende infatti più confortevole la guida rispetto all’alluminio, più rigido e soggetto a crepe; la differenza di peso, soprattutto a bici carica, non è invece significativa. La biomeccanica del telaio è a taglia unica, studiata per persone da 150 a 190 cm. Irena è disponibile in due lunghezze, 45 cm o 80 cm: si tratta di misure scelte in base agli standard europei degli imballaggi.

Per il sistema frenante si è optato per dei v-brake di qualità (immagine qui a fianco): buona potenza e capacità di frenata, ma manutenzione semplice ed economica. Ha due varianti di cassone: una in legno multistrato per esterni, adattabile per qualsiasi esigenza, per il trasporto di bambini, con l’aggiunta di una panca e di cinture di sicurezza, o di merci; l’altra con sistema di cassoni in plastica impilabili, con coperchio, per la ciclologistica.

Opzione kit pedalata assistita

Il telaio di Irena Bike può montare un kit per la pedalata assistita a motore centrale, che non richiede la sostituzione della ruota. L’opzione di aggiungere il motore elettrico anche in un secondo momento ha convinto molti clienti a provare prima, e poi tenere, la bici muscolare, sfatando il mito che una cargo debba per forza essere assistita.

“Il progetto – commenta Riccardo Tavernari – nacque perché Irene, la mia compagna, a forza di caricare la bici con borse e cassette, distruggeva in continuazione il portapacchi. Così ho deciso di costruirle una cargo, nel modo più semplice che potessi. Oggi, dopo 6 anni, usiamo ancora il primo prototipo per trasportare nostra figlia di 1 anno! I feedback migliori che ricevo sono quelli dei genitori, entusiasti di come i bambini siano affezionati al loro nuovo mezzo di trasporto”.

E sul sito Irena Bike, oltre al dettaglio delle caratteristiche e dei prezzi, trovate altre testimonianze di chi l’ha adottata come cargo bike.