Home mobilità città Amsterdam a 30 all’ora: un piano di moderazione del traffico entro il...

Amsterdam a 30 all’ora: un piano di moderazione del traffico entro il 2023

997
In bici ad Amsterdam
In bici nel centro storico di Amsterdam. Il nuovo piano estende i 30 all'ora anche fuori dalle aree residenziali.

Entro il 2023, ad Amsterdam si viaggerà quasi ovunque a 30 all’ora. Il piano di moderazione del traffico urbano è stato presentato la settimana scorsa dall’assessore alla mobilità Egbert de Vries. Sarà varato nel mese di ottobre dopo consultazioni con la cittadinanza e le associazioni di categoria. Un primo sondaggio del canale Tv AT5, condotto su 1800 residenti, ha mostrato una chiara maggioranza (due terzi degli intervistati) favorevole alla riduzione della velocità.

Con questa misura, Amsterdam si candida a diventare la prima città 30 tra i grandi centri urbani olandesi. La nazione delle biciclette, infatti, curiosamente non si è finora contraddistinta per misure radicali di riduzione della velocità. Pensiamo a quelle varate per esempio a Parigi, dove nell’85% delle strade urbane si viaggia a 30 all’ora, o nelle città della Spagna, dove l’iniziativa è arrivata quest’anno dal governo centrale.

Una pagina dedicata del sito di Gemeente Amsterdam, la municipalità della città, offre una efficace visualizzazione grafica delle nuova strade in cui si circolerà a 30 all’ora. Non saranno più solo le strade delle aree residenziali (ETW), ma compare una nuova categoria di strade di collegamento (GOW30) in cui il flusso sarà a 30 all’ora.

Dalla stessa pagina si può scaricare un documento in olandese. Dettaglia i fondamenti, l’articolazione e i tempi di attuazione del progetto. Sicurezza e riduzione dell’inquinamento sono obiettivi strategici delle misure. Nel piano De Vries la riduzione a 30 all’ora porterebbe da subito a una riduzione del 30% di incidenti stradali gravi e a un’abbassamento medio del rumore di 3 decibel. Si prevede anche uno spostamento del 2-3% dal traffico privato a motore verso il trasporto pubblico o la mobilità in bicicletta. Prima di questo piano di moderazione del traffico, in maggio, la giunta cittadina ha fatto parlare di sé per un’altra misura: Amsterdam è la prima città al mondo a proibire formalmente la pubblicità di prodotti fossili, incluse auto a benzina o diesel, nelle stazioni della metropolitana.