Home mobilità ambiente ComuniCiclabili: consegnate 30 nuove bandiere. C’è anche Firenze

ComuniCiclabili: consegnate 30 nuove bandiere. C’è anche Firenze

63
ComuniCiclabili
I primi nuovi comuni premiati con la bandiera gialla e i bike stile per la terza edizione di ComuniCiclabili

Con l’arrivo di Firenze tra i ComuniCiclabili sono quattro i capoluoghi di regione che aderiscono al progetto lanciato da Fiab per verificare e valutare il grado di ciclabilità dei territori.

ComuniCiclabili, Emilia Romagna in testa

In precedenza avevano già ricevuto la bandiera gialla con i bike smile Torino, Bologna e Trento. In totale sono quasi 130 i ComuniCiclabili in rappresentanza di sei milioni di italiani, più del 10% dell’intera popolazione. Con Firenze riconoscimenti anche a Arezzo, Desio(Mb), Vasto(Ch), Merano (Bz), Mira(Ve), Valdagno(Vi), Santarcangelo(Rn), San Salvo (Ch) e Breda di Piave(Tv).

Insieme alla consegna ufficiale delle loro bandiere è avvenuta anche quella ai 30 comuni che hanno già perfezionato il rinnovo per il 2020. “Il grande successo di ComuniCiclabili è strettamente legato alla crescente attenzione delle amministrazioni locali alle tematiche della mobilità ciclistica, con un concreto cambio di prospettiva, in molti territori, a favore di politiche bike-friendly, che rispecchiano una più ampia attenzione alle persone e all’ambiente”ha commentato Alessandro Tursi, presidente di Fiab, la Federazione italiana ambiente e bicicletta che è anche l’ideatore del progetto.

Una decina i parametri, suddivisi per quattro aree (infrastrutture urbane, cicloturismo, governance e comunicazione & promozione) con cui vengono valutate le candidature. Ogni comune ricevere da 1 (il minimo) a 5 (il massimo) bike-smile indicato sulla bandiera gialla.

Con Arezzo sono in totale 27 i capoluoghi di provincia che possono esibire la bandiera gialla con i bike-smile.

Con le ultime adesioni l’Emilia Romagna si conferma la regione con più Comuni Ciclabili (25).  Seguono Veneto (arrivato a 21), Abruzzo (15),Lombardia 12.

A sostegno dell’iniziativa c’è la Scuola ComuniCiclabili. Una serie di incontri ed eventi formativi per gli aderenti, con approfondimenti tematici, presentazioni di buone pratiche e condivisione di case history .

I comuni che intendano aderire alla rete ComuniCiclabili hanno ancora tempo fino al 31 gennaio per candidarsi all’edizione 2020, e ricevere il riconoscimento in aprile.